Open call per ArtVerona. A raccolta tutti gli Independents d’Italia e non solo. Torna la sezione sul non profit, stavolta in chiave internazionale

Associazioni culturali, collettivi artistici, fondazioni; ma anche blog e spazi non profit. In una parola: tutti gli “Independents” dell’art world italico e internazionale. Torna, dopo il successo delle scorse tre edizioni, la sezione tematica di ArtVerona dedicata alla scena indipendente dell’arte contemporanea, espandendosi stavolta anche oltreconfine. Invariato l’obiettivo: offrire  spazio e visibilità alle realtà di […]

Art Verona 2010 / Independents, Archivio Bonotto
Art Verona 2010 / Independents, Archivio Bonotto

Associazioni culturali, collettivi artistici, fondazioni; ma anche blog e spazi non profit. In una parola: tutti gli “Independents” dell’art world italico e internazionale. Torna, dopo il successo delle scorse tre edizioni, la sezione tematica di ArtVerona dedicata alla scena indipendente dell’arte contemporanea, espandendosi stavolta anche oltreconfine. Invariato l’obiettivo: offrire  spazio e visibilità alle realtà di ricerca, attive fuori dai circuiti del sistema istituzionale e spesso catalizzatrici di nuove tendenze. Quei luoghi, fisici e immateriali, dove si consumano le energie più fresche e vitali; realtà sintonizzate sull’attualità stringente, se non, in certi casi, anticipatrici di movimenti creativi in gestazione. Come sempre l’accesso alla sezione avviene tramite open call: non c’è che da iscriversi, inviando una mail con auto candidatura, entro e non oltre il prossimo 30 giugno. La sezione, che riveste un ruolo sempre più importante all’interno della kermesse veronese, sarà suddivisa in due aree distinte: una dedicata al non profit, l’altra ai soggetti giovani che per la prima volta si affacciano al mercato.
Continua, dunque, l’impegno di ArtVerona nella pratica di scouting e supporto all’interno di quel bacino creativo denso e strategico, da cui arrivano spesso le intuizioni più interessanti. Una fiera che punta oltre l’art market e il maninstream, provando a raccogliere voci nuove e dissonanti.

– Helga Marsala

www.artverona.it/articles/view/independents

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.