Luci, suoni electro e arte interattiva. La dj turca e led artist Deniz Kurtel porta il suo Introspectacular Show a Bunker. Primo step del gemellaggio Torino-Turchia del 2014

L’installazione, ispirata all’opera The Way We Live già presentata ad Art Basel Miami, si è vista a Palazzo Saluzzo Paesana il 5 giugno scorso. Ora è il turno del suo Introspectacular show a Bunker, sempre a Torino, la sera di venerdì 7 giugno, alle 22. Stiamo parlando della musicista turca Deniz Kurtel, produttrice e dj, […]

L’installazione, ispirata all’opera The Way We Live già presentata ad Art Basel Miami, si è vista a Palazzo Saluzzo Paesana il 5 giugno scorso. Ora è il turno del suo Introspectacular show a Bunker, sempre a Torino, la sera di venerdì 7 giugno, alle 22. Stiamo parlando della musicista turca Deniz Kurtel, produttrice e dj, ma anche artista, che sta inaugurando la turnè del suo nuovo album. Introspectacular show è un’esperienza interattiva e introspettiva: l’artista fonderà il suono della sua musica e gli artifici visivi della sua istallazione, invitando il pubblico a un’esperienza sensoriale, riflessiva. La performance live sarà accompagnata alla consolle da un ospite speciale, dJ e artista di fama internazionale e carissimo amico dell’artista stessa: Chaim, un musicista di Tel Aviv che utilizza melodie ipnotiche in primo piano, graffiando l’anima con suoni ispirati agli anni ‘80 e aggiungendo voci ed effetti avvolgendoli all’interno di un muro di suono.
Con la sua LED art, Deniz Kurtel è interessata a creare uno spazio isolato per i partecipanti in modo da stimolare la riflessione interiore e l’introspezione, concetto che ha ispirato il nome stesso dell’installazione: The Introspectacular. L’impianto è stato costruito all’interno di un rimorchio chiuso di dimensioni 2m x 4m, all’interno del quale sono stati installati alcuni prismi triangolari costruiti tramite specchi acrilici semitrasparenti e luci LED. L’installazione verrà posizionata nel cortile del Bunker e i partecipanti all’evento saranno in grado di controllarne le luci con i tasti di un controller midi capace di generare anche i relativi suoni, creando in un certo senso la mappatura visiva di ciò che i partecipanti percepiscono con l’udito, e viceversa. Grazie alla capacità di generare un suono e una luce con lo stesso tasto, l’artista desidera facilitare una connessione più profonda con i sensi di base dei partecipanti, stimolandone la creatività. La visita di Deniz Kurtel a Torino anticipa il gemellaggio della città con la Turchia, leitmotiv degli eventi e scambi culturali tra il territorio torinese e la Turchia nel 2014.

– Claudia Giraud

Venerdì 7 giugno 2013, dalle 22 alle 04
The Introspectacular Party
Bunker – Via Paganini 0/200, torino
www.residentadvisor.net/dj/denizkurtel

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).