Lo Strillone: le ville medicee patrimonio UNESCO su Quotidiano Nazionale. E poi Wole Soyinka racconta Christo alla Milanesiana, arte civica all’epoca del Rinascimento in mostra a Firenze, le enigmatiche nature morte di Francisco de Zurbaran…

Tempo di revival per la dinastia dei Medici: Quotidiano Nazionale festeggia l’ingresso di dodici ville di famiglia nella lista dei patrimoni UNESCO, mentre una breve su La Stampa lancia la mostra che agli Uffizi svela la collezione di Ferdinando, raffinatissimo mecenate. Firma autorevole su La Repubblica per la mostra che racconta l’evoluzione dell’arte civica tra […]

Quotidiani
Quotidiani

Tempo di revival per la dinastia dei Medici: Quotidiano Nazionale festeggia l’ingresso di dodici ville di famiglia nella lista dei patrimoni UNESCO, mentre una breve su La Stampa lancia la mostra che agli Uffizi svela la collezione di Ferdinando, raffinatissimo mecenate. Firma autorevole su La Repubblica per la mostra che racconta l’evoluzione dell’arte civica tra medioevo e Rinascimento: a discuterne è Salvatore Settis.

Parlerà di Christo e Jeanne-Claude: Il Giornale anticipa l’iuntervento del Nobel per la letteratura Wole Soyinka, atteso domani alla Milanesiana. Le lezioni d’arte ai giovani di Tomaso Montanari su Il Fatto Quotidiano toccano oggi le nature morte di Francisco de Zurbaran.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.