Lo Strillone: La Stampa a Marsiglia per l’apertura del museo di Rudy Ricciotti. E poi la disobbedienza in mostra a Rivoli, il Festival Biblico tra Vicenza e dintorni, Scola ricorda Fellini con un nuovo film…

Il pubblico potrà accedervi non prima di dopodomani, ma il presidente Hollande ha già tagliato il nastro e fatto la sua bella passerella: La Stampa a Marsiglia per l’inaugurazione del nuovo museo firmato Rudy Ricciotti. Libero torna a New York per il successo del pugilatore romano esposto al Metropolitan. Tutto cominciò dal Parco Lambro. Poi […]

Quotidiani
Quotidiani

Il pubblico potrà accedervi non prima di dopodomani, ma il presidente Hollande ha già tagliato il nastro e fatto la sua bella passerella: La Stampa a Marsiglia per l’inaugurazione del nuovo museo firmato Rudy Ricciotti. Libero torna a New York per il successo del pugilatore romano esposto al Metropolitan.

Tutto cominciò dal Parco Lambro. Poi venne Piazza Tahir. Così Il Fatto Quotidiano nel raccontare il Disobedience Archive portato da Marco Scotini al Castello di Rivoli; per la paginata degli Eventi Corriere della Sera pubblicizza le trenta opere con cui, alle Gallerie d’Italia di Piazza Scala, si celebra il 1963 come l’anno che ha cambiato il corso della Storia dell’arte.

Una breve su La Repubblica per il Festival Biblico che si irradia da Vicenza, coinvolgendo mezzo Veneto con decine di mostre, incontri e dibattiti: tra gli ospiti anche Philippe Daverio e Piero Grasso. Un film per Federico: così Ettore Scola a Quotidiano Nazionale, che svela i dettagli del suo prossimo omaggio a vent’anni dalla scomparsa di Fellini.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.