Lo Strillone: il meglio della Biennale e non solo nel maxi-report de La Stampa. E poi la Venezia di Braudel, la figlia di Libeskind in mostra, la Sacra di San Michele e la Val Susa simbolo di paesaggio da tutelare…

Paginone di report dalla Biennale per La Stampa, che scatena i suoi invitati e gli opinionisti vari: con Elena Del Drago in versione british a parlare di Jeremy Deller e della Cindy Sherman ospite del Palazzo Enciclopedico, e Francesco Bonami che si sofferma su Ai Weiwei e Marc Quinn. Venezia secondo la scuola delle Annales: […]

Quotidiani
Quotidiani

Paginone di report dalla Biennale per La Stampa, che scatena i suoi invitati e gli opinionisti vari: con Elena Del Drago in versione british a parlare di Jeremy Deller e della Cindy Sherman ospite del Palazzo Enciclopedico, e Francesco Bonami che si sofferma su Ai Weiwei e Marc Quinn. Venezia secondo la scuola delle Annales: Corriere della Sera introduce la nuova edizione del saggio che Fernand Braudel dedicò alla Serenissima.

Quotidiano Nazionale a Roma per il ventesimo anniversario dal restauro della Cappella Sistina e per Rachel Libeskind, figlia d’arte in mostra con cinque oli su carta alla Alludo Room. Tomaso Montanari formato “no TAV” su Il Fatto Quotidiano: le meraviglie della Val di Susa, Sacra di San Michele in testa, offrono l’assist per discutere del concetto di tutela del paesaggio.

Più Marx poté Dostoevskij: così Marcello Veneziani su Il Giornale, per una riflessione sul senso di alienazione dell’uomo contemporaneo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.