Lo Strillone: ancora fresco di successo al Louvre Michelangelo Pistoletto si racconta a Quotidiano Nazionale. E poi le celebrazioni per i novant’anni dalla nascita di Calvino, il nuovo volume dell’Enciclopedia di ABO, i porti di Pissarro in mostra in Normandia…

Quant’è bello esporre al Louvre! Pensieri e parole di Michelangelo Pistoletto nell’intervista rilasciata a Quotidiano Nazionale. Mostre varie a spasso per l’Italia: L’Unità è a Venezia per Marc Quinn alla Fondazione Cini, dall’altra parte del Canale della Giudecca trovi il Corriere della Sera, a Palazzo Ducale per i bronzi di Carlo Guarienti. Cose da pazzi […]

Quotidiani
Quotidiani

Quant’è bello esporre al Louvre! Pensieri e parole di Michelangelo Pistoletto nell’intervista rilasciata a Quotidiano Nazionale. Mostre varie a spasso per l’Italia: L’Unità è a Venezia per Marc Quinn alla Fondazione Cini, dall’altra parte del Canale della Giudecca trovi il Corriere della Sera, a Palazzo Ducale per i bronzi di Carlo Guarienti. Cose da pazzi su Libero, al MAR di Ravenna per le meraviglie dell’arte borderline.

Una mostra per i novant’anni dalla nascita di Italo Calvino: proiezioni in multivisione, immagini e scritti vari alla Casa dell’Architettura di Roma e su Avvenire; il senso del tempo secondo Achille Bonito Oliva, partendo da Proust e arrivando a Picasso: su La Repubblica recensione al secondo volume dell’Enciclopedia delle arti contemporanee edita dal critico per Electa.

Sette racconta l’Italia di Emilio Isgrò alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, mentre L’Espresso vola a Londra per Bill Viola da Blain / Southern. Il Venerdì al MuMa di Le Havre per le marine di Camille Pissarro, pezzo forte del festival culturale che accende i riflettori sulla Normandia.

Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.