Italiani in trasferta: la casa secondo Rä di Martino (e Nedim Kufi) alla Sumarria Lunn Gallery, ecco chiccera all’opening londinese

Un’italiana sempre in viaggio per il Nord Africa, e un iracheno in esilio in Olanda. In esposizione a Londra: un mix ecumenico per la mostra [dis]orient, che alla Sumarria Lunn Gallery (in South Molton Lane) presenta opere recenti di Rä di Martino e di Nedim Kufi. Ecumenico anche per i due curatori connazionali degli artisti, […]

Un’italiana sempre in viaggio per il Nord Africa, e un iracheno in esilio in Olanda. In esposizione a Londra: un mix ecumenico per la mostra [dis]orient, che alla Sumarria Lunn Gallery (in South Molton Lane) presenta opere recenti di Rä di Martino e di Nedim Kufi. Ecumenico anche per i due curatori connazionali degli artisti, rispettivamente Piero Tomassoni e Noor Kadhim. Al centro del progetto, “l’etereo concetto di casa e di habitat”: con speciale attenzione a ciò che la casa rappresenta per i popoli sfollati, alla semantica della casa tra reale e l’immaginario. Rä di Martino lo affronta presentando abitazioni in rovina in un immaginario futuro, mentre Nedim Kufi tratteggia soluzioni per rispondere alla reale distruzione di abitazioni in stati dilaniati dalle guerre. [dis]orient è visitabile fino a fine giugno: ma l’opening si è trasformato in un rendez-vous per una bella fetta di artworld londinese, ecco chiccera nella fotogallery…

www.sumarrialunn.com

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • michele

    Wow, bellissimo report! Ci chiedevamo però quali erano i drink serviti al pubblico. E’ possibile saperne di più?

  • Angelov

    Finalmente un po’ di facce simpatiche…

  • Brava Ra!