Ciclo di talk con designer e architetti, a Roma. Nuova sede e nuove attività per la design gallery SecondoMe: giovane, ambiziosa e internazionale. Si parte con Nigel Coates

Design, industria, artigianato. Tra innovazione progettuale e sapienza realizzativa, la galleria romana SecondoMe, fondata dall’architetto Claudia Pignatale, punta tutto sulla qualità e la ricerca, spingendo talentuosi designer under 40 e creando connessione tra il mondo della creatività, quello della produzione e quello del mercato. Uno spazio concepito come contenitore di oggetti, in cui al lavoro […]

Nigel Coates - Domo Coffee Table

Design, industria, artigianato. Tra innovazione progettuale e sapienza realizzativa, la galleria romana SecondoMe, fondata dall’architetto Claudia Pignatale, punta tutto sulla qualità e la ricerca, spingendo talentuosi designer under 40 e creando connessione tra il mondo della creatività, quello della produzione e quello del mercato. Uno spazio concepito come contenitore di oggetti, in cui al lavoro di esposizione, presentazione e comunicazione, si è aggiunto, nel 2008, quello di progettazione: divenuto anche brand, SecondoMe dà vita alla sua collezione di creazioni in vetro, ceramica e legno, disegnate da designer internazionali, arrivando nei migliori store e musei d’Europa e non solo. Ma la galleria è anche un luogo di incontro e di dibattito, in cui promuovere la cultura dell’eccellenza estetica e funzionale: un salotto per professionisti, studiosi e appassionati, appena trasferitosi in una nuova casa, nel cuore di Trastevere.
Ed è proprio nell’ambito del programma culturale 2013 che decolla la prima edizione di un ciclo di talk, con cui affiancare la già avviata attività di mostre. Concepiti come interviste della durata di un’ora circa, gli appuntamenti vedranno sfilare progettisti affermati – molti arruolati nella scuderia di Pignatale – chiamati a raccontare del proprio lavoro, delle tecniche, delle fonti di ispirazione, della propria storia professionale e degli oggetti realizzati per il giovane marchio romano.

Nigel Coates, Buttoned – Up Sofà
Nigel Coates, Buttoned – Up Sofà

Si parte il prossimo 17 giugno – mentre è ancora in corso la collettiva inaugurale  Déjà vu! – con il designer e architetto inglese Nigel Coates, in dialogo con Monica Scanu. Provocatorio, audace, sensuale, sostenitore della centralità dell’immaginazione nel processo ideativo, Coates ha firmato importanti edifici in tutto il mondo – dal The Wall di Tokyo al National Centre for Popular Music di Sheffield, passando per il Body Zone in the Millennium Dome di Londra –  lavorando poi nel campo dell’arredamento d’interni per ditte prestigiose, incluse alcune aziende italiane, come Poltronova, Fratelli Boffi e Slamp. Inconfondibile il suo stile, con quel pizzico di retro dentro un’anima sperimentale: morbido, romantico, rurale, classico e insieme in evoluzione, dolcemente provocatorio.
Nelle settimane  a venire, una carrellata di nomi da non perdere. Qualche anticipazione? Eccola: Arik Levy, designer israeliano, la coppia Francesca Lanzavecchia-Hunn Wai e infine il francese Emmanuel Babled, docente di Eindhoven. Nell’attesa delle date e del programma completo, cominciate  a tenere a mente…

Helga Marsala

Talk N.°1- Nigel Coates
17Giugno 2013 – Ore 19,00
Roma, Via Giovanni da Castel Bolognese, 81
www.secondome.eu


 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.