Biennale Updates: il corpo e il volto secondo Cindy Sherman. Gioni “ospita” la mostra-nella-mostra curata dalla grande artista: ecco il video

Un personale museo immaginario incentrato sulla rappresentazione del corpo e del volto. Pupazzi, manichini e idoli si mescolano a collezioni di fotografie, dipinti, sculture, decorazioni religiose e oggetti eterogenei “che compongono un teatro anatomico – e una casa di bambole – nel quale sperimentare e riflettere sul ruolo che le immagini hanno nella rappresentazione e […]

Un personale museo immaginario incentrato sulla rappresentazione del corpo e del volto. Pupazzi, manichini e idoli si mescolano a collezioni di fotografie, dipinti, sculture, decorazioni religiose e oggetti eterogenei “che compongono un teatro anatomico – e una casa di bambole – nel quale sperimentare e riflettere sul ruolo che le immagini hanno nella rappresentazione e percezione del sé”.
Fra le tante perle di una mostra internazionale – “Il Palazzo Enciclopedico” – con la quale Massimiliano Gioni ha convinto davvero in tanti, spicca il progetto curatoriale affidato alla grande Cindy Sherman, una mostra-nella-mostra inserita nel percorso all’Arsenale, che mette insieme Robert Gober e Paul McCarthy, Jimmie Durham e la raccolta di dagherrotipi di Linda Fregni Nagler. Una wunderkammer postmoderna e molto raffinata, la vedete nel video…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.