Volete una mostra sul sesso rigorosamente vietata ai minori? A Milano c’è “Hot”, spin-off dell’ultimo saggio di Luca Beatrice. Ecco fotogallery e sketch video per un vernissage da bollino rosso

In principio era il Verbo. Scritto, editato, stampato, diffuso e subito al centro di pruriginose polemiche. Ora il Verbo si è fatto carne … e che carne! Nasce quasi fosse uno spin-off del suo chiacchieratissimo Sex, cavalcata lungo i sentieri che uniscono arte e sessualità: Luca Beatrice inaugura a Milano Hot, traduzione in forma di […]

Un'opera di Sabrina Milazzo - foto Michela Deponti

In principio era il Verbo. Scritto, editato, stampato, diffuso e subito al centro di pruriginose polemiche. Ora il Verbo si è fatto carne … e che carne! Nasce quasi fosse uno spin-off del suo chiacchieratissimo Sex, cavalcata lungo i sentieri che uniscono arte e sessualità: Luca Beatrice inaugura a Milano Hot, traduzione in forma di collettiva di quanto letto e sbirciato tra le pagine del volume edito da Rizzoli.

Gli spazi sono quelli della rinnovata De Magistris Arte, zona Sant’Ambrogio, il vernissage solletica e richiama una piccola folla disinibita, per niente in imbarazzo davanti alle polaroid osé di Mario Schifano e Nobuyoshi Araki o alle erezioni del Pinocchio di Francesco De Molfetta – non sono le bugie, in questo caso, a conferire proprietà elastiche ad organi vari. Nutrita fotogallery e pillola video dal vernissage; tra chiccera e chinnò

Francesco Sala

 

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • marcello

    interesting

  • Fabrizio Spinella

    Mah, il problema della contemporaneità è la moltiplicazione degli stimoli voyeuristici: il sesso-icona per noia del sesso-pratica. I borghesi ormai non si stupiscono per così poco.

  • Marco

    Ma la signorina Milazzo è rimasta agli anni 90?