Verso la Biennale. Ecco la giuria internazionale: Leoni 2013 assegnati da Sofía Hernández Chong Cuy, Francesco Manacorda, Jessica Morgan, Bisi Silva e Ali Subotnick

Messico, Italia, Gran Bretagna, Nigeria, Stati Uniti. Non potrebbe essere più ecumenica, la Giuria Internazionale della 55. Esposizione Internazionale d’Arte, appena nominata dal Cda della Biennale di Venezia su proposta del Direttore Massimiliano Gioni. Prima nota, decisamente onorevole per i colori nazionali: c’è Francesco Manacorda, da molti indicato a suo tempo come preferito per la […]

Jessica Morgan

Messico, Italia, Gran Bretagna, Nigeria, Stati Uniti. Non potrebbe essere più ecumenica, la Giuria Internazionale della 55. Esposizione Internazionale d’Arte, appena nominata dal Cda della Biennale di Venezia su proposta del Direttore Massimiliano Gioni. Prima nota, decisamente onorevole per i colori nazionali: c’è Francesco Manacorda, da molti indicato a suo tempo come preferito per la curatela del Padiglione Italia, già alla guida di Artissima, oggi Direttore Artistico della Tate di Liverpool.
Dopo l’assenza di Maurizio Cattelan, almeno negli inviti ufficiali, Gioni in questo caso tiene fede all’inossidabile “gruppo” che curò – fra l’altro – la quarta Berlin Biennal, inserendo in giuria Ali Subotnick, curatrice presso l’Hammer Museum di Los Angeles e elemento del trio, assieme a lui e a Cattelan. La giuria, che assegnerà il Leone d’oro per la migliore Partecipazione Nazionale, il Leone d’oro per il miglior artista di Palazzo Enciclopedico e il Leone d’argento per un promettente giovane artista, è poi composta da Jessica Morgan (presidente), Daskalopoulos Curator per l’International Art alla Tate di Londra, Sofía Hernández Chong Cuy, curatrice per l’arte contemporanea della Colección Patricia Phelps de Cisneros, e dalla curatrice indipendente nigeriana Bisi Silva.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.