Tutta la fotografia contemporanea latinoamericana. L’Istituto Cervantes di Roma presenta Latinografias, con mostre, incontri e concerti

Si parte con il Costa Rica, definito da illustri fonti economiche come il “paese più felice al mondo”. Inizia con ottimismo, dunque, l’approfondimento proposto dall’Istituto Cervantes di Roma sulla fotografia contemporanea sudamericana: si chiama Latinografias il progetto ideato e curato da Gianfranco Zicarelli che si articola in mostre monografiche dedicate di volta in volta ad […]

Si parte con il Costa Rica, definito da illustri fonti economiche come il “paese più felice al mondo”. Inizia con ottimismo, dunque, l’approfondimento proposto dall’Istituto Cervantes di Roma sulla fotografia contemporanea sudamericana: si chiama Latinografias il progetto ideato e curato da Gianfranco Zicarelli che si articola in mostre monografiche dedicate di volta in volta ad un paese diverso, arricchite da un programma parallelo di lecture, presentazioni di volumi e concerti. Da giovedì 16 maggio al 16 giugno, 21 fotografi evocheranno colori, paesaggi e volti costaricensi: seguiranno poi gli allestimenti dedicati a Venezuela, Guatemala, Cile, e nel 2014 Argentina, Ecuador e Honduras.
Intanto dell’oasi felice del Costa Rica – dove i fondi militari sono stati devoluti in favore della cultura e il tasso di alfabetizzazione è del 96% – parleranno il 21 maggio Dario Sonetti, docente di biologia del benessere, e Bepi Costantino, giornalista, che al Costa Rica ha dedicato un libro. Tra gli appuntamenti musical-teatrali, due recital: El àngulo perfecto con Zingonia Zingone, Marco Cinque e Pino Pecorelli e Ricordi dell’anima, con la popstar Cecilia Gayle.

Sala Istituto Cervantes
Piazza Navona 91 – Roma
dal giovedì alla domenica 16 – 20
ingresso libero
www.roma.cervantes.es