MIA Fair la colta. Pronta al via la fiera milanese dedicata alla Moving Image: che nel 2013 moltiplica gli spazi dedicati all’editoria specializzata

Il countdown è giunto ormai agli sgoccioli: apre domani al pubblico a Milano dell’edizione 2013 di MIA Fair. Fra le notivà di quest’anno, spicca lo spazio molto più ampio dedicato al settore editoria: curato da 3/3, ospiterà infatti una cinquantina di espositori tra librerie specializzate, grandi editori, editori indipendenti e self-publishers. Oltre alla mostra del Photobook […]

Il countdown è giunto ormai agli sgoccioli: apre domani al pubblico a Milano dell’edizione 2013 di MIA Fair. Fra le notivà di quest’anno, spicca lo spazio molto più ampio dedicato al settore editoria: curato da 3/3, ospiterà infatti una cinquantina di espositori tra librerie specializzate, grandi editori, editori indipendenti e self-publishers. Oltre alla mostra del Photobook Dummy Award, tre conferenze dedicate e un fitto programma di presentazioni editoriali e booksignings.
Sarà il Basement, la grande area centrale sottostante il padiglione 4 di Superstudio Più, lo spazio dedicato ad editori specializzati in fotografia come 0-100 Editions, 1%ofONE VERLAG, Aalphabeth, Avarie Publishing, Bartleby & Co., Crowdbooks Publishing, dienacht magazine and publishing, Le caillou bleu, Material Verlag, Mörel books, Poursuite Editions. Il Focus editoria – the Dutch corner sarà dedicato all’editoria olandese, con presenze come quelle di Dutch Doc, Foam Editions, Foam Magazine, Fotografen Federatie, Fw:Books, Onomatopee Publisher, post editions, Van Zoetendaal. Le conferenze si terranno sui temi Collezionismo ed editoria – venerdì 10 maggio, alle 14.30 -, su Avanguardia Editoria: Olanda (domenica 12 maggio, alle 12) e Photobook Dummy Award, ancora domenica 12 maggio, alle 16,30.

www.miafair.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.