MIA Fair la colta. Pronta al via la fiera milanese dedicata alla Moving Image: che nel 2013 moltiplica gli spazi dedicati all’editoria specializzata

Il countdown è giunto ormai agli sgoccioli: apre domani al pubblico a Milano dell’edizione 2013 di MIA Fair. Fra le notivà di quest’anno, spicca lo spazio molto più ampio dedicato al settore editoria: curato da 3/3, ospiterà infatti una cinquantina di espositori tra librerie specializzate, grandi editori, editori indipendenti e self-publishers. Oltre alla mostra del Photobook […]

Il countdown è giunto ormai agli sgoccioli: apre domani al pubblico a Milano dell’edizione 2013 di MIA Fair. Fra le notivà di quest’anno, spicca lo spazio molto più ampio dedicato al settore editoria: curato da 3/3, ospiterà infatti una cinquantina di espositori tra librerie specializzate, grandi editori, editori indipendenti e self-publishers. Oltre alla mostra del Photobook Dummy Award, tre conferenze dedicate e un fitto programma di presentazioni editoriali e booksignings.
Sarà il Basement, la grande area centrale sottostante il padiglione 4 di Superstudio Più, lo spazio dedicato ad editori specializzati in fotografia come 0-100 Editions, 1%ofONE VERLAG, Aalphabeth, Avarie Publishing, Bartleby & Co., Crowdbooks Publishing, dienacht magazine and publishing, Le caillou bleu, Material Verlag, Mörel books, Poursuite Editions. Il Focus editoria – the Dutch corner sarà dedicato all’editoria olandese, con presenze come quelle di Dutch Doc, Foam Editions, Foam Magazine, Fotografen Federatie, Fw:Books, Onomatopee Publisher, post editions, Van Zoetendaal. Le conferenze si terranno sui temi Collezionismo ed editoria – venerdì 10 maggio, alle 14.30 -, su Avanguardia Editoria: Olanda (domenica 12 maggio, alle 12) e Photobook Dummy Award, ancora domenica 12 maggio, alle 16,30.

www.miafair.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.