Memorie di luce e di colore, ricordando la pittura analitica. Claudio Verna ospite dei Martedì Critici, al Chiostro del Bramante di Roma

Tra i maggiori esponenti della “pittura analitica”, Claudio Vernafu interprete di una corrente esplosa negli anni Settanta in seno a un sentimento della pittura rigoroso e resistente. In un momento in cui si assisteva a una progressiva eclissi della pittura, un gruppo di artisti italiani scelse invece di difenderla e sostenerla. Costringendola a ripensare se stessa […]

Claudio Verna

Tra i maggiori esponenti della “pittura analitica”, Claudio Vernafu interprete di una corrente esplosa negli anni Settanta in seno a un sentimento della pittura rigoroso e resistente. In un momento in cui si assisteva a una progressiva eclissi della pittura, un gruppo di artisti italiani scelse invece di difenderla e sostenerla. Costringendola a ripensare se stessa in quanto linguaggio, strumento di conoscenza dell’immagine, mappatura segnica del mondo.
Verna, con i suoi cinquant’anni di attività, è ospite del quinto appuntamento dei “Martedì Critici” al Chiostro del Bramante di Roma. Un’indagine, la sua, che procede nel tempo come forma d’esplorazione della luce, del colore, dello spazio, condensate nell’opera in quanto nucleo iconico in perpetua trasformazione. “La pittura va continuamente reinventata”, ha dichiarato l’artista. Che nelle sue superfici luminose e incandescenti – frutto di un viaggio a metà tra realtà e inconscio, analisi lucida e vibrazione emotiva – ha condensato il senso di una trasmutazione spirituale e intellettuale: leggere le cose attraverso la lente speculativa dell’arte, intrecciando sensazioni e concetti, input sensibili e liriche astrazioni.
L’appuntamento di martedì anticipa in qualche modo la personale che la galleria Monitor di Roma dedica a Claudio Verna, dal prossimo 16 maggio fino al 20 luglio, con la cura di Davide Ferri.

14 maggio 2013, ore 20
a cura di Alberto Dambruoso e Guglielmo Gigliotti
Chiostro del Bramante – Via Arco della Pace, 5 Roma
[email protected]
www.imartedicritici.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.