Lo Strillone: trafugato dai nazisti ricompare in Norvegia, Italia Oggi indaga sul mistero del Matisse di Paul Rosenberg. E poi le anteprime dalla Milanesiana, niente Legione d’Onore per Bob Dylan, record in asta per Cézanne …

Se un anno fa non l’avessero prestato al Centre Pompidou, forse, non se ne sarebbe accorto nessuno. Italia Oggi racconta del Matisse sottratto dai nazisti a Paul Rosenberg, oggi nel norvegese Henie Onstad Kunstsenter, naturalmente entrato nelle brame degli eredi del gallerista di origini ebraiche. Maestri francesi anche su Libero per il record in asta ottenuto […]

Quotidiani
Quotidiani

Se un anno fa non l’avessero prestato al Centre Pompidou, forse, non se ne sarebbe accorto nessuno. Italia Oggi racconta del Matisse sottratto dai nazisti a Paul Rosenberg, oggi nel norvegese Henie Onstad Kunstsenter, naturalmente entrato nelle brame degli eredi del gallerista di origini ebraiche. Maestri francesi anche su Libero per il record in asta ottenuto da Cézanne: “Le mele” battute a New York a 41milioni di dollari.

Tempi duri per le rockstar: paginata su La Stampa per l’ultimo video di David Bowie, censurato da youtube; La Repubblica sta con Bob Dylan, che non riceverà la Legion d’Onore per il suo impegno pacifista e i trascorsi libertini nel marasma delle droghe.

In arrivo 160 ospiti internazionali, tra cui tre premi Nobel: su Il Giornale anticipazioni per la prossima edizione della Milanesiana. Orgoglio italico su Quotidiano Nazionale, con la difesa del patrimonio nostrano alla luce dei soliti dati che incoronano il Louvre come museo più visitato al mondo, con le nostre collezioni surclassate. Invalidante la polverizzazione della bellezza: per il giornale in Italia c’è troppo da vedere e il pubblico, così, si disperde.

 – Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.