Ceretto Day: vino, arte e territorio. Tra i vigneti delle Langhe spuntano le opere di Valerio Berruti. Una mostra alla Cantina Bricco Rocche e una videoproiezione in piazza ad Alba

La famiglia Ceretto – quella della famosa azienda vitivinicola – e l’artista Valerio Berruti: un sodalizio che si rafforza all’insegna dell’arte. Ceretto e Berruti si sono “scelti” l’anno scorso quando la famiglia albese ha pensato di arricchire con un’opera d’arte la Cantina Bricco Rocche, già nota per la sua originale struttura in cristallo, il Cubo. […]

Particolare del progetto di Valerio Berruti per Ceretto - photo Stefania Spadoni

La famiglia Ceretto – quella della famosa azienda vitivinicola – e l’artista Valerio Berruti: un sodalizio che si rafforza all’insegna dell’arte. Ceretto e Berruti si sono “scelti” l’anno scorso quando la famiglia albese ha pensato di arricchire con un’opera d’arte la Cantina Bricco Rocche, già nota per la sua originale struttura in cristallo, il Cubo. La Cantina, che si erge su di uno dei Cru più pregiati delle colline del Barolo a Castiglione Falletto, sarà la sede del primo appuntamento di un progetto che si svilupperà a scadenza biennale tra i vigneti di proprietà della famiglia. Si esordisce con la personale dell’artista albese Dove il cielo s’attacca alla collina, curata da Gail Cochrane, direttrice della Fondazione Spinola Banna per l’Arte.
Il titolo? Una frase tratta da Il Partigiano Johnny di Beppe Fenoglio, scrittore simbolo delle Langhe, che interpreta la giocosità dell’installazione che, con un escamotage percettivo, unisce cielo e terra. All’interno di ogni stele è ritagliata una figura infantile che dà la possibilità allo spettatore di immergersi, attraverso l’arte, nel panorama delle vigne circostanti. L’installazione si avvale di una sonorizzazione appositamente realizzata dal compositore e direttore d’orchestra Aldo Brizzi.
E in occasione dell’inaugurazione, la sera del 24 maggio – alle 21 – nel centro di Alba, sarà proiettata in anteprima italiana la videoanimazione Udaka, realizzata da Valerio Berruti in Sudafrica. Oltre al video, in un’atmosfera coinvolgente di musica e suggestioni, saranno proiettate altre animazioni dell’artista, mentre la facciata del palazzo comunale in Piazza Duomo accoglierà le proiezioni multimediali di Faceboard Foundation. L’appuntamento coinvolge il Centro Studi Beppe Fenoglio, aperto per l’occasione fino alle 21, e fa parte della “Primavera di bellezza”, il calendario di eventi della città di Alba dedicati allo scrittore partigiano.

– Claudia Giraud

www.ceretto.it

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).