Art Digest: niente “coq” a Londra, dear Katharina. 650 milioni per un nuovo LACMA d’autore. Tifo da stadio per il ritratto della Regina

Eh no, un gallo a Trafalgar Square proprio no. Katharina Fritsch invitata a cambiare il proprio progetto per l’installazione sul Fourth plinth: inaccettabile un simbolo tipicamente francese… (independent.co.uk) Il progetto di fusione per incorporazione del MOCA è naufragato: e allora il LACMA di Los Angeles si consola commissionando a Peter Zumthor un nuovo museo da […]

Il progetto di Katharina Fritsch per Trafalgar Square

Eh no, un gallo a Trafalgar Square proprio no. Katharina Fritsch invitata a cambiare il proprio progetto per l’installazione sul Fourth plinth: inaccettabile un simbolo tipicamente francese… (independent.co.uk)

Il progetto di fusione per incorporazione del MOCA è naufragato: e allora il LACMA di Los Angeles si consola commissionando a Peter Zumthor un nuovo museo da 650 milioni di dollari… (latimes.com)

Facciamo pagare sei dollari, anzi no. Resta gratuita a New York la visita della High Line, che ipotizzava di chiedere un ticket per l’ultima sezione, tra West 30th e 34th Street, con le sculture di Carol Bove… (nytimes.com)

Si è mai visto un intero stadio mobilitato per presentare un solo dipinto? È accaduto a Cardiff, per il nuovo ritratto – il 133mo – della Regina Elisabetta, opera di Dan Llywelyn Hall: ci credo, a commissionarlo è stata la Welsh Rugby Union… (guardian.co.uk)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.