Salone Updates: designer italiani ai tempi della crisi. A Cascina Cuccagna progetti e progettisti Degni di nota, per parlare di design al di fuori dei soliti circuiti

Non una mostra, né un temporary shop, piuttosto un modo per conoscere più da vicino le storie che si celano dietro ad oggetti mai visti prima, raccontati da chi li ha ideati. Degni di nota è un progetto in progress a cura di Gianmaria Sforza, inaugurato al DMY di Berlino nel 2011 e giunto ormai […]

Non una mostra, né un temporary shop, piuttosto un modo per conoscere più da vicino le storie che si celano dietro ad oggetti mai visti prima, raccontati da chi li ha ideati. Degni di nota è un progetto in progress a cura di Gianmaria Sforza, inaugurato al DMY di Berlino nel 2011 e giunto ormai alla sua terza tappa, che si propone di far conoscere buone idee anche al di fuori da un certo circuito, puntando soprattutto sull’essenza degli oggetti e sulla personalità dei propri progettisti, tutti italiani. Artefatti leggeri, ironici e spesso aperti alla creatività individuale, a metà strada tra disegno industriale e produzione artigianale, i diversi oggetti sono raccolti di tappa in tappa sul website del progetto e presto in un catalogo di prossima pubblicazione.
Simbolo di questa operazione? Carry On di Francesco Faccin, una carriola leggera, colorata e semplice da usare, un invito ad approfittare di questi tempi difficili per andare in controtendenza, accogliendo modelli di vita più semplici e divertenti. Fino al 14 di aprile è possibile incontrare progetti e progettisti all’interno degli spazi di Cascina Cuccagna, che anche quest’anno con Goodesign apre le porte al design responsabile, accogliendo una selezione internazionale di proposte tra stili di vita alternativi, ecologia e tecnologie sostenibili. Ecco la fotogallery dei progetti per i lettori di Artribune.

– Manu Buttiglione

Degni di nota – Design in Italia in tempi critici
Fino al 14 aprile 2013
Cascina Cuccagna
www.degnidinota.eu

CONDIVIDI
Manu Buttiglione
Manu Buttiglione (Bari, 1983) è una storica dell’arte da sempre interessata alle diverse espressioni della creatività contemporanea, con un’attenzione particolare verso gli artisti della sua generazione. Dopo la laurea in Storia dell’arte contemporanea presso l’Università di Bologna ha intrapreso diverse collaborazioni con artisti, gallerie, spazi non profit e istituzioni tra l’Italia, il Regno Unito e la Lituania; al momento vive e lavora a Milano, con la valigia sempre pronta per nuove avventure.