Salone Updates: 150 modi per essere felici. Con il design. Li ricercano Marco Ferreri e Italo Rota con il Campus NABA, qui ci sono le immagini

Se il ruolo del designer è quello di migliorare la qualità della vita, oggi la professione riguarda sempre più la felicità delle persone che non la creazione di beni di consumo di massa. Questa è la sfida lanciata dall’esposizione del Fuorisalone di Naba, curata da Marco Ferreri e Italo Rota. Con gli studenti del corso […]

Se il ruolo del designer è quello di migliorare la qualità della vita, oggi la professione riguarda sempre più la felicità delle persone che non la creazione di beni di consumo di massa. Questa è la sfida lanciata dall’esposizione del Fuorisalone di Naba, curata da Marco Ferreri e Italo Rota. Con gli studenti del corso in design chiamati ad interrogarsi su cosa significhi il concetto di felicità, ipotizzando 150 possibili vie attraverso le quali un designer può contribuire al benessere, sia individuale che collettivo. A pochi metri di distanza, in un’altra ala del campus di via Darwin, gli allievi della Tingshua university di Pechino svisceravano lo stesso tema.
Qualche esempio? Il progetto di una app che mette insieme i vicini di casa a partire dal cibo, o dagli ingredienti che ciascuno ha nel proprio frigorifero, per realizzare ricette condivise e favorire l’inclusione sociale. O ancora, il progetto di un ospedale galleggiante sul Rio delle Amazzoni per portare medicine ai villaggi più sperduti: idea che un giovane designer brasiliano ha concepito intervistando medici e operatori sanitari della zona. Ci sono anche idee per il versante individuale: una panchina dalla doppia anima, su un lato uno spazio per sedersi in due, sul retro una cabina per isolarsi. Perché la felicità, sembrano dire gli studenti Naba, supportati dalle interviste sul tema a uomini di cultura, di spettacolo, d’arte e del mondo della solidarietà tra cui Gualtiero Marchesi, Alessandro Mendini, Don Virginio Colmegna, è anche la possibilità di scegliere tra condivisione e bisogni individuali…