Milano Updates: metti una mattina a casa dell’avvocato. Anzi, del collezionista. Giuseppe Iannaccone invita il pubblico a colazione, nel weekend di Miart. Per scoprire un pezzetto della sua raccolta…

Colazione da Iannaccone. Apre al pubblico, come sempre in occasione di Miart, la grande collezione d’arte contemporanea dell’avvocato milanese, che raccoglie oggi oltre 200 opere esposte a rotazione nel suo studio, all’interno del primo grattacielo cittadino, firmato da Alessandro Rimini.  Apertura straordinaria degli uffici, dunque, sabato 6 aprile 2013, a partire dalle 10.30, con prenotazione obbligatoria. […]

Collezione Iannaccone, Milano

Colazione da Iannaccone. Apre al pubblico, come sempre in occasione di Miart, la grande collezione d’arte contemporanea dell’avvocato milanese, che raccoglie oggi oltre 200 opere esposte a rotazione nel suo studio, all’interno del primo grattacielo cittadino, firmato da Alessandro Rimini.  Apertura straordinaria degli uffici, dunque, sabato 6 aprile 2013, a partire dalle 10.30, con prenotazione obbligatoria. Grande risalto alla pittura, tra figurazione britannica e astrazione medio-orientale, passando per la street art. I nomi? Chantal Joffe, Francis Alys, Tracey Emin, Kara Walker, John Currin, Karen Kilimnik, giusto per citare qualche big. Non mancano anche installazioni e opere mixed media, mentre buona è la presenza anche degli italiani, con Francesco Vezzoli, Pietro Roccasalva, Roberto Cuoghi, Francesco Gennari e un monumentale Luigi Ontani. Ci si sposta invece a casa Iannaccone il giorno dopo – stessi orari e stessa formula – per scoprire uno spazio intimo che racconta l’amore del collezionista per gli anni ’30, con capolavori dalle due guerre di maestri italiani. E anche in questo caso la selezione è da fare invidia a un museo: da Filippo de Pisis a Scipione, da Antonietta Raphael a Mario Mafai, passando per Renato Birolli e Ottone Rosai

 –    Santa Nastro

info: [email protected]
(prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti)

 

 

 

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.