Milano Updates: ai microfoni di Artribune il neoassessore alla cultura Filippo Del Corno. Il futuro è tutto sulla Città delle Culture di Chipperfield all’Ex Ansaldo: ma adesso al lavoro per l’Expo 2015…

Lo facciamo di rado, ma stavolta permetteteci di sbilanciarci: il nuovo assessore alla cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno ci convince. Certo, è una sensazione che vale quanto vale un singolo incontro, avvenuto a pochi giorni dal suo insediamento sulla poltrona già di Stefano Boeri: eppure ci siamo trovati davanti – e vi […]

Lo facciamo di rado, ma stavolta permetteteci di sbilanciarci: il nuovo assessore alla cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno ci convince. Certo, è una sensazione che vale quanto vale un singolo incontro, avvenuto a pochi giorni dal suo insediamento sulla poltrona già di Stefano Boeri: eppure ci siamo trovati davanti – e vi trovate davanti voi, nella lunga videointervista – un amministratore determinato, deciso e convinto nel sostenere le sue linee programmatiche, già alquanto messe a fuoco se si considera l’”anzianità” di servizio.
Idee dunque ben delineate sul fronte delle strutture milanesi per l’arte, con una decisa opzione per la Città delle Culture di Chipperfield all’Ex Ansaldo, già investita del ruolo di futuro hub delle dinamiche creative meneghine (giudizio sospeso sulla conferma dell’incarico di coordinatore ad Okwui Enwezor); e con l’accantonamento, probabilmente definitivo, del progetto del Museo del Contemporaneo di Libeskind a Citylife. Idee molto decise anche sul fronte degli sviluppi urbanistico-architettonici, in rapporto alla realtà socio-culturale milanese: vi affidiamo alle sue parole…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.