Biennale del Mediterraneo, ecco tutti i nomi degli artisti invitati ad Ancona. Sedicesima edizione al via il 6 giugno alla Mole Vanvitelliana

Prenderà il via solo una settimana dopo la Biennale di Venezia, ma non se lo sogna nemmeno di starsene all’ombra, per questo: e per la prima volta nella sua storia invita otto curatori con diverse esperienze e radici culturali, da Charlotte Bank ad Alessandro Castiglioni, Nadira Laggoune, Delphine Leccas, Slobodne Veze/Loose Associations (Natasa Bodrozic, Ivana […]

La Mole Vanvitelliana, ad Ancona

Prenderà il via solo una settimana dopo la Biennale di Venezia, ma non se lo sogna nemmeno di starsene all’ombra, per questo: e per la prima volta nella sua storia invita otto curatori con diverse esperienze e radici culturali, da Charlotte Bank ad Alessandro Castiglioni, Nadira Laggoune, Delphine Leccas, Slobodne Veze/Loose Associations (Natasa Bodrozic, Ivana Mestrov), Marco Trulli, Claudio Zecchi. Parliamo di Mediterranea 16, la Biennale curata da Bjcem che quest’anno si terrà – dal 6 giugno al 7 luglio 2013 – nella splendida cornice della Mole Vanvitelliana, ad Ancona.
Errors Allowed | Gli errori sono ammessi – questo il titolo – si sviluppa attorno a tre nuclei: un cuore espositivo e performativo, la “Library”, che rappresenta il cuore propulsivo del progetto, luogo di dialogo tra i curatori e gli artisti, e poi un “contenitore di narrazioni del territorio, uno spazio aperto e dialogante in cui i curatori invitano la città di Ancona e i suoi abitanti a raccontarsi”.
Sui contenuti dell’eventi avremo modo di tornare a più riprese: ma intanto Artribune è in grado di darvi in esclusiva l’elenco dei 220 artisti invitati. Nel quale non mancano creativi giovani e ancora poco noti all’artworld, come del resto è scritto nel DNA della rassegna; ma anche nomi piuttosto presenti nel dibattito, da Francesco Bertocco a Silvia Giambrone, Sergio Racanati, Gian Maria Tosatti, giusto per fare qualche esempio di connazionali. Qui sotto, comunque, trovate l’elenco completo…

Majd Abdel Hamid (PS) | Darko Aleksovski (MK) | Panos Amelides (GR) | Jane Antoniotti (FR) | Daniel Arellano Mesina (CL) | Nika Autor (SI) | Seçkin Aydin (TR) | Baer Group (AT) | Tanja Bakic (ME) | Julie Balsaux (FR) | Paolo Bartolini  (SM) | Fabian Bechtle (DE) | Valentina Beotti and Claudia Pajewski (IT) | Marco Bernacchia (IT) | Francesco Bertocco (IT) | Igor Bezinovic (HR) | Enrico Boccioletti (IT) | Kathialyn Borissoff (FR) | Lorena Briedis (LV/VE) | Sabina Cabello (ES) | Matteo Cattabriga (IT) | Dustin Cauchi and Paolo Tognozzi (MT) | Giorgia Cecchini (IT) | Marco Cecotto (IT) | Vajiko Chachkhiani (GE) | Alexandros Charidis and Eleanna Panagoulia (GR) | Io Myrto Chaviara (GR) | Lorenzo Cianchi (IT) | Giallo Concialdi (IT) | Viola Conti (SM) | Valerio Cosi (IT) | Cri Animal (IT) | Nicola Danese (IT) | Lluvia Darocas (ES) | Aurélien David (FR) | Etienne De France (FR) | Laure De Selys (BE) | Alessandro Di Pietro (IT) | Léna Durr (FR) | Heba El Aziz  (EG) | El fabricante de espheras (ES) | Ahmed El Gendy (EG) | Alberto Evangelio (ES) | Compagnie Ex-citants (FR) | Ronny Faber Dahl (NO) | Roberto Fassone (IT) | Sirine Fattouh (LB) | Fauve!Gegen a Rhino (IT) | Fedora Saura (CH) | Nina Feldman (ZA) | Simohammed Fettaka (MA) | Sara Fontana (IT) | Francesco Fossati(IT) | Sandra Français (FR) | Simone Frangi (IT)  | Alberto Fuentes (ES) | Wafa Gabsi (TN) | Elio Germani (IT) | Silvia Giambrone (IT) | Antonio Guerra  (ES) | Lola Guerrera (ES) | Klængur Gunnarsson (IS) | Paul Hage Boutros (LB) | Tea Hatadi (HR) | Hanna Hildebrand (IT) | Anna Hilti (LI) | Ricardo Ibáñez Ruiz (ES) | Isaya (FR) | Boryana Ivanova (BG) | Cristina Jaramago Bertrand (ES) | Rana Jarbou (SA) | Shqipe Jonuzi(KS) | Liburn Jupolli and Senad Jamini (KS) | Ahmed Kamel (EG) | Kontraakcija (HR) | Katerina Kotsala (GR) | Evagelia Koulizaki (GR) | Gia Kuka (AL) | Taida Kusturica and Manja Podovac (BA) | Émilie Lasmartres (FR) | Karen LeRoy Harris (JE) | Martin Lewden (FR) | Julia Llerena  (ES) | Juan López Santa-Cruz (ES) | Antoine Loudot (MC) | Natalia Lozano (ES) | Randa Maddah (SY) | Andrea Magaraggia (IT) | Francesca Mangion (MT) | Federico Manzone(IT) | Diego Marcon (IT)  | Álvaro Martínez Alonso (ES) | Djelil Mehdi (DZ) | Orr Menirom (IL) | Giorgio Micco (IT) | Vladimir Miladinovic (RS) | Mona Mohagheghi (IR) | Monkey Wrench (ES) | Marco Pietro Daniele Monterzino (IT) | Nadia Mounier (EG) | Mreža Solidarnosti (HR) | Lilo Nein (AT) | Neon Lights (ES) | Clio Nicastro  (IT) | Teodora Nikcevic (ME) | Gabriel Noguera (ES) | NYSU (ES) | Adel Oberto (IT) | Clara G Ortega (ES) | Fabio Orsi (IT) | Karin Ospelt (LI) | Tabti Oussama (DZ) | Andrea Palašti  (RS) | Juan Patiño  (ES) | Alice Pedroletti (IT) | PoP PER(IT) | Porcogruaro (SM) | Michela Pozzi (SM) | Esmir Prlja (BA) | Panos Profitis (GR) | Sergio Racanati (IT) | Ayman Ramadan (EG) | Juanan Requena (ES) | Revolution Records (EG) | Marko Salapura (RS) | Sareyyet Ramallah Contemporary Dance Company (PS) | Marie Thérese Saliba  (LB) | Panagiotis Samsarelos (GR) | Charbel Samuel Aoun (LB) | Dimitris Sarlanis (GR) | Driton Selmani (KS) | Maha Shahin (JO) | Sigurður Atli Sigurðsson (IS) | Arthur Sirignano (FR) | Sebastiano Sofia (IT) | Mathilde Soulheban Todrani (FR) | Aria Spinelli (IT) | Bujar Sylejmani (KS) | Irène Tardif (FR) | Christopher Tavares (GI) | Elvia Teotski (FR) | Gian Maria Tosatti (IT) | Leontios Toumpouris (CY) | Yorgos Tsamis and Maria Trialoni  (GR) | Uno group (AT) | Igone Urquiza (ES) | Theofano Varvariti and Eriphyli Veneri (GR) | Emilio Vavarella (IT) | Javier Velazquez Cabrero (ES) | Veli&Amos (SI) | Manuel Vella  (MT) | Claudia Ventola (IT) | Pangiotis Vorrias and Panos Kompis  (GR) | Ana Vuzdaric (HR) | Evalie Wagner (AT) | white.fish.tank (IT) | Theodoros Zafeiropoulos  (GR) | Virgina Zanetti (IT) | Dardan Zhegrova (KS)

È inoltre prevista la partecipazione di Karmil Cardone (IT) | Giulia Manfredi (IT) | Valentina Miorandi (IT) | Laura Paoletti (IT) | Luca Pozzi (IT) | Ivano Troisi (IT), curata da Manuela Valentini per Visioni Future

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • un critico italiano

    Queste manifestazioni, dagli anni Ottanta ad oggi, sono state un grande spreco di denaro pubblico, si pensi alla BIG torinese degli anni Novanta, con nessuna impronta curatoriale e benefici assai scarsi per gli artisti, specie se paragonati agli investimenti. Rassegne gestite quasi del tutto da funzionari e dirigenti degli enti pubblici, che ne approfittano per girare un po’ il mondo

  • RED

    non ne conosco uno degli artisti

  • Lino Rigoli

    Mi sembra inutile, il trionfo della burocrazia, con nomi sconosciuti. Ma a che serve?

  • Francesca

    I nomi sono per lo piu’ sconosciuti perche’ e’ una rassegna SOLO di giovani.
    meno male che una volta tanto si fa una rassegna non infarcita con i soliti noti

  • verità che fa male

    mostra di sfigati, di artisti serie b. la mole porta pure sfiga

  • bubu

    beh, aspettiamo un pò a dirlo. quest’anno il format è cambiato, c’è un progetto curatoriale dietro…

  • claudio

    un inutile bla bla italiota e lamentoso senza neanche conoscere il lavoro che c’è dietro. siamo sempre alle solite.

    • un critico italiano

      Quanto ho scritto nel primo commento è motivato dall’esperienza e da nessun “bla bla italiota”, non è l’intervento dei vari troll che spesso appaiono nei forum.Se poi le cose da adesso in poi cambieranno ne prenderò atto, ma ho i miei dubbi

  • silenzio

    una biennale insignificante direi…

  • quenti

    ma chi spende per questa cosa,

  • 5

    fantastico, qualcosa finalmente fresca!

  • Pingback: Associazione Pro Loco UNPLI Bisceglie (BT) » Biennale del Mediterraneo, ad Ancona ci sarà anche un biscegliese()

  • marta massaioli

    viva l’arte!!!!

  • Giulia

    Più spazio a Claudia Pajewski!