Art Digest: niente gggiovani, siamo inglesi. Museo Pushkin Vs. Vogue, duello a colpi di nudi. La ballerina di Degas prende vita e sale sul palco

Vecchio è bello. Stavolta però Napolitano non c’entra, è Londra che manda in pensione la rincorsa al gggiovane-per-forza: il Royal Court Theatre cerca un drammaturgo ottuagenario, la Tate mostra gli ultimissimi Matisse e Turner… (telegraph.co.uk) È più sensuale la pittura o la fotografia? La tenzone si disputa a Mosca, dove una mostra sul nudo mette […]

Vecchio è bello. Stavolta però Napolitano non c’entra, è Londra che manda in pensione la rincorsa al gggiovane-per-forza: il Royal Court Theatre cerca un drammaturgo ottuagenario, la Tate mostra gli ultimissimi Matisse e Turner… (telegraph.co.uk)

È più sensuale la pittura o la fotografia? La tenzone si disputa a Mosca, dove una mostra sul nudo mette a confronto dipinti del Museo Pushkin e immagini tratte da Vogue… (elmundo.es)

Qualcuno si è dimenticato la Primavera Araba? Non il Guardian, che spedisce un inviato a raccontare i fermenti creativi nell’Egitto del post-Mubarak… (guardian.co.uk)

Si intitolerà Little Dancer, e non serve essere storici dell’arte per indovinare che sarà ispirato a Edgar Degas, il musical di Lynn Ahrens e Stephen Flaherty che debutterà in ottobre al Kennedy Center di Washington… (nytimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.