Art Digest: niente gggiovani, siamo inglesi. Museo Pushkin Vs. Vogue, duello a colpi di nudi. La ballerina di Degas prende vita e sale sul palco

Vecchio è bello. Stavolta però Napolitano non c’entra, è Londra che manda in pensione la rincorsa al gggiovane-per-forza: il Royal Court Theatre cerca un drammaturgo ottuagenario, la Tate mostra gli ultimissimi Matisse e Turner… (telegraph.co.uk) È più sensuale la pittura o la fotografia? La tenzone si disputa a Mosca, dove una mostra sul nudo mette […]

Vecchio è bello. Stavolta però Napolitano non c’entra, è Londra che manda in pensione la rincorsa al gggiovane-per-forza: il Royal Court Theatre cerca un drammaturgo ottuagenario, la Tate mostra gli ultimissimi Matisse e Turner… (telegraph.co.uk)

È più sensuale la pittura o la fotografia? La tenzone si disputa a Mosca, dove una mostra sul nudo mette a confronto dipinti del Museo Pushkin e immagini tratte da Vogue… (elmundo.es)

Qualcuno si è dimenticato la Primavera Araba? Non il Guardian, che spedisce un inviato a raccontare i fermenti creativi nell’Egitto del post-Mubarak… (guardian.co.uk)

Si intitolerà Little Dancer, e non serve essere storici dell’arte per indovinare che sarà ispirato a Edgar Degas, il musical di Lynn Ahrens e Stephen Flaherty che debutterà in ottobre al Kennedy Center di Washington… (nytimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.