Una Pasqua da museo: il centronord. Famiglie organizzate al Museo Egizio di Torino, Jeff Wall guidato al PAC di Milano, arte aperta nel weekend festivo

Tempo incerto, possibili piogge: non danno troppo rassicurazioni, le previsioni meteo, per chi approfitta del weekend lungo di Pasqua per la classica vacanziella di inizio Primavera. Meglio quindi munirsi di un Piano B, rispetto a passeggiate o picnic: ed a fornirlo potrebbe essere un museo, o una mostra. Sono infatti oltre 300 tra musei, aree […]

A Firenze, Pasqua al Museo del Bargello

Tempo incerto, possibili piogge: non danno troppo rassicurazioni, le previsioni meteo, per chi approfitta del weekend lungo di Pasqua per la classica vacanziella di inizio Primavera. Meglio quindi munirsi di un Piano B, rispetto a passeggiate o picnic: ed a fornirlo potrebbe essere un museo, o una mostra. Sono infatti oltre 300 tra musei, aree archeologiche e monumenti italiani a restare aperti in via straordinaria per le festività pasquali.
Ieri vi suggerivamo qualche destinazione utile per chi si orienta verso Sud: oggi guardiamo al centronord, a cominciare da Firenze, dove – ad esempio – il Museo del Bargello sarà aperto il giorno di Pasqua e il giorno di Pasquetta dalle 8:15 alle 17:00, con la mostra Percorsi di meraviglia. Opere restaurate dal Bargello. Ricca l’offerta a Torino: dove anche il Museo Egizio doppierà l’apertura festiva di 31 marzo e 1 aprile, offrendo ai visitatori alle 10,30 il percorso guidato per famiglie “Forze divine e formule magiche”, ed alle 15,40 di domenica l’itinerario per bambini “Chi vuol essere faraone? L’antico Egitto in pillole”. Full opening anche per il Castello di Rivoli (ore 10/19), con la personale di Ana Mendieta.
Non è da meno Milano, con Palazzo Reale aperto senza eccezioni dalle 9.30 alle 19.30, per le mostre Modigliani Soutine e gli artisti maledetti e Desire for Freedom, collettiva dedicata all’arte europea dal 1945 a oggi. Pasqua festeggiata con una visita guidata gratuita (alle 17.30) al PAC, per la personale di Jeff Wall dal titolo Actuality. Apertura fissata per il solo giorno di Pasqua invece per Museo di Storia naturale, Museo Archeologico e Museo del Risorgimento.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.