Steven Spielberg, Jane Campion, Baz Lurhman, ed una celebre coppia da poster. Tante anticipazioni, verso il Festival di Cannes 2013

La storica coppia Paul Newman e Joanne Woodward, in uno scatto preso sul set di A New Kind of Love di Melville Shavelson (1963). Sarà questa la gigantografia che campeggerà quest’anno sul Palazzo del Cinema di Cannes, ed anche il poster per la prossima edizione – 15-26 maggio 2013 – del Festival di Cannes. Lo […]

La storica coppia Paul Newman e Joanne Woodward, in uno scatto preso sul set di A New Kind of Love di Melville Shavelson (1963). Sarà questa la gigantografia che campeggerà quest’anno sul Palazzo del Cinema di Cannes, ed anche il poster per la prossima edizione – 15-26 maggio 2013 – del Festival di Cannes. Lo still image è stato isolato, rimasterizzato e ridisegnato dall’agenzia Bronx, che ha aggiunto uno sfondo cinetico, giocando con l’impressione di movimento e profondità. Il Festival del cinema coglie così l’occasione sia per rendere omaggio alla memoria di Paul Newman, scomparso nel 2008, che per celebrare la sua intramontabile ammirazione per Joanne Woodward, moglie e favorita co-protagonista dell’attore. I due furono premiati al Festival nel 1958 – anno del loro matrimonio – con il film, allora in competizione, The Long Hot Summer di Martin Ritt’s, prima pellicola in cui apparivano insieme. I legami tra la loro storia e quella del Festival sono proseguiti con una serie di film diretti da Newman e interpretati dalla Woodward in ruoli indimenticabili come The Effect of the Gamma Rays on Man-in-the-Moon Marigolds (Competizione – 1973) e The Glass Menagerie (Competizione – 1987).
Jane Campion sarà invece a capo della giuria di Cinéfondation e di quella dei cortometraggi, posizione detenuta precedentemente da Jean-Pierre Dardenne, Michel Gondry, Hou Hsiao Hsien, Martin Scorsese e John Boorman. Nel 1986 la regista vinse proprio nella categoria cortometraggi la Palma D’Oro con il film Peel e poi di nuovo, ma in competizione, con Lezioni di Piano. Eredita, invece, la posizione di Nanni Moretti il regista e produttore americano Steven Spielberg, che dirigerà la giuria del 66° Festival di Cannes. Già da molto tempo il presidente del Festival Gilles Jacob avrebbe voluto nominare Spielberg, ospite regolare della kermesse da oltre trenta anni con pellicole come Sugarland Express, Il colore viola ed Et. Sempre impegnato su qualche set, solo quest’anno è riuscito ad accettare la carica.
Altre anticipazioni: il sipario si alzerà con il film 3D fuori concorso nella selezione ufficiale Il grande Gatsby del regista australiano Baz Luhrmann. Tratto dal celebre romanzo di Francis Scott Fitzgerald e ambientato a ridosso dei ruggenti anni Venti sulla costa orientale degli Stati Uniti, il film racconta la figura romantica e tragica di Jay Gatsby (Leonardo DiCaprio), narrato dal suo amico Nick Carraway (Tobey Maguire). Carey Mulligan è Daisy Buchanan, il cui marito è interpretato da Joel Edgerton. Per la premiere sono state annunciate le presenze della leggenda di Bollywood Amitabh Bachchan e della pop star americana, il rapper Jay-Z.

– Federica Polidoro

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.
  • manda

    L’accoglienza è stata molto buona…