New York Updates: Armory week in archivio, è tempo di bilanci. Ma prima di sentire com’è andata dalle voci dei galleristi italiani, vediamo com’erano i loro stand…

I bilanci delle fiere d’arte – o delle art week, come nel caso di New York – li affidiamo da un po’ alle videointerviste ai galleristi italiani, che raccontano a ferro ancora caldo sensazioni e trend. E le stiamo confezionando, le interviste, sappiamo che ormai per i lettori sono un appuntamento irrinunciabile. Prima però vogliamo […]

Galleria Continua @ Armory

I bilanci delle fiere d’arte – o delle art week, come nel caso di New York – li affidiamo da un po’ alle videointerviste ai galleristi italiani, che raccontano a ferro ancora caldo sensazioni e trend. E le stiamo confezionando, le interviste, sappiamo che ormai per i lettori sono un appuntamento irrinunciabile. Prima però vogliamo andare a vedere di cosa si parla: abbiamo fatto un giro fra Armory Show e Volta, per mostrarvi gli stand dei nostri portacolori, e per dare una base “visuale” a quello che fra un po’ ci racconteranno. Ecco quindi le immagini – by Veronica Santi – dei booth di galleria Maggiore, Repetto, Mazzoleni, Cardi Black Box, Continua, Massimo De Carlo, Monitor, Lorcan O’Neill, Noire Contemporary Art, Il Ponte, Vistamare, Guidi&Schoen, Federico Bianchi, Magrorocca, The Flat – Massimo Carasi e Laura Bulian Gallery…

  • rasoio

    boh non mi sembra un panorama esaltante
    per la gran parte hanno portato quello che ci poteva stare in una valigia

  • da qualche hanno l’arte, nelle sue opere, appare contraddittoria. C’è più creatività e divergenza fuori dall’opera, fuori dallo stand, fuori dalla galleria. Il re è nudo, e resistono alcuni valori solo in due fiere internazionali ormai doppie: frieze e art basel. Anche da questa riflessione nasce il progetto kremlino, in occasione della prossima biennale di venezia. In particolare “offerta libera” sarà una sorta di tsunami, rigorosamente solo per gli italiani: http://www.whlr.blogspot.it/