Lo Strillone: Daniel Libeskind vuole il Ponte sullo Stretto, l’archistar a ruota libera su L’Espresso. E poi Delvaux alla Fondazione Magnani Rocca, i vent’anni dalla morte di Testori, scultura rinascimentale in tour tra Firenze e Parigi…

In tempi di crisi bisogna osare, anche in architettura: così a L’Espresso Daniel Libeskind, che firma l’appello per non gettare al vento i progetti – e dunque i soldi, già sborsati – per il Ponte sullo Stretto di Messina. Sette mette il naso nella collezione Lipchitz e indaga sui prossimi progetti di Anselm Reyle; Il […]

Quotidiani
Quotidiani

In tempi di crisi bisogna osare, anche in architettura: così a L’Espresso Daniel Libeskind, che firma l’appello per non gettare al vento i progetti – e dunque i soldi, già sborsati – per il Ponte sullo Stretto di Messina. Sette mette il naso nella collezione Lipchitz e indaga sui prossimi progetti di Anselm Reyle; Il Venerdì riscopre la Maniera: sul comodino spunta L’orologio di Pontormo, saggio edito da Bompiani con cui Salvatore Silvano Nigro svela le velleità letterarie del pittore.

Il Giornale ricorda i vent’anni dalla scomparsa di Testori, con mostra nella casa natale di Novate Milanese; Libero si intriga con il sensuale Surrealismo di Delvaux, alla Fondazione Magnani Rocca.

Torna in edicola dopo due giorni di sciopero Corriere della Sera: luci della ribalta per il record in asta di Edvard Munch, con Christie’s che batte una sua stampa a quasi due milioni e mezzo di euro. Old masters su L’Unità, con Renato Barilli a Villa Manin per Tiepolo; Quotidiano Nazionale a Palazzo Strozzi per la scultura fiorentina del Quattrocento, mostra destinata ad una prossima trasferta al Louvre.

– Lo Strillone di Artribune Francesco Sala

  • Carmi

    Lui di ground zero se ne intende…

  • Angelov

    Un Ponte tra Tel Aviv e Gaza e non sullo Stretto, dovrebbe essere costruito.