Lo Strillone: dal papà di Raffaello agli affreschi del Quirinale, restauri a raffica su La Stampa. E poi la Biennale della Democrazia di Torino, Bronzino in trasferta a Mosca, le incisioni di Borgianni…

Tempo di restauri su La Stampa: in mostra al Quirinale i rinvenimenti e i recuperi di affreschi e pezzi d’arte durante il settennato di Napolitano; Fano è in festa per il restyling della pala d’altare con cui Sanzio sr., papà di Raffaello, ha immortalato La Visitazione. Notizia ripresa anche da Avvenire, che riscopre le incisioni […]

Quotidiani
Quotidiani

Tempo di restauri su La Stampa: in mostra al Quirinale i rinvenimenti e i recuperi di affreschi e pezzi d’arte durante il settennato di Napolitano; Fano è in festa per il restyling della pala d’altare con cui Sanzio sr., papà di Raffaello, ha immortalato La Visitazione. Notizia ripresa anche da Avvenire, che riscopre le incisioni secentesche di Orazio Borgianni.

Non c’è solo Venezia: tempo di Biennale pure a Torino, che presenta su Corriere della Sera quella della Democrazia; da via Solferino a Como il passo è breve: visita e recensione alla mostra sui grandi dell’architettura nel Novecento, da Sant’Elia a LeCorbusier. Quotidiano Nazionale a Mosca per seguire il Bronzino di Brera in prestito al Museo Puskin; Italia Oggi a Parigi per la mostra dell’iraniana Marjane Satrapi.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.