Italiani in viaggio. Botto e Bruno alla galleria Magda Danysz di Parigi: tante foto in anteprima della mostra del duo piemontese in Francia

Si avvicina la Primavera, si intensificano le nostre foto-incursioni in giro per l’Italia e non solo: oggi puntiamo verso Parigi, sempre all’inseguimento degli artisti italiani alla prova oltrefrontiera. Stavolta si tratta del duo artistico Botto e Bruno, che occupa tutto lo spazio della la Galleria Magda Danysz con la grande personale aperta fino al 14 […]

Si avvicina la Primavera, si intensificano le nostre foto-incursioni in giro per l’Italia e non solo: oggi puntiamo verso Parigi, sempre all’inseguimento degli artisti italiani alla prova oltrefrontiera. Stavolta si tratta del duo artistico Botto e Bruno, che occupa tutto lo spazio della la Galleria Magda Danysz con la grande personale aperta fino al 14 aprile. Ambienti urbani, con particolare attenzione alle periferie e alle aree industriali dismesse: questi i classici temi della coppia, ampiamente trattati anche dalle opere in mostra, fra fotografia, disegno, collage, video e musica. L’opening è per oggi, 9 marzo: ma Artribune vi porta alla mostra in anteprima, a voi la fotogallery…

www.magda-gallery.com

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • Matilde

    Due artisti pompati dal sistema è poi dimenticati.
    Dimenticati perché incapaci di ragionare su altri argomenti, ingabbiati nel tema del “non luogo”. Tema ormai superato dallo stesso Augé.

    • Giovanna

      Cavoli, quanta cattiveria Matilde!
      ma che ti hanno fatto..?
      sono ben altri gli artisti su cui spendere parole così dure.
      oltre al tema delle periferie urbane, del disagio giovanile, della difficoltà di comunicare, della ricerca su tecniche e materiali.. si sono sempre espressi in maniera riconoscibile ma senza ripetersi troppo..
      nel panorama atistico italiano non è poco