Gemellaggi creativi. Quattro artiste in dialogo, tra Londra e Teramo, grazie a una partnership tra il Central Saint Martins College e la Regione Abruzzo. Apre le danze un workshop al Maxxi

Uno scambio tra centro e periferie, tra uno dei principali hub dell’art system internazionale e un’area geografica che prova a sviluppare dinamiche e orizzonti della ricerca contemporanea. Parliamo dell’Italia del Centro Sud e dell’Inghilterra; e, nello specifico, di Londra e Teramo. Due città lontane, portatrici di background culturali diversissimi, che entrano in contatto grazie a […]

Maria Crispal, The Great Dictators, 2010, still da video

Uno scambio tra centro e periferie, tra uno dei principali hub dell’art system internazionale e un’area geografica che prova a sviluppare dinamiche e orizzonti della ricerca contemporanea. Parliamo dell’Italia del Centro Sud e dell’Inghilterra; e, nello specifico, di Londra e Teramo. Due città lontane, portatrici di background culturali diversissimi, che entrano in contatto grazie a ArtEx_Artexchange, progetto ideato e proposto dall’associazione teramana Big Match_BM Idea, con la partecipazione scientifica del londinese Artakt, centro di ricerca e produzioni culturali del Central Saint Martins College of Arts&Design.
Obiettivo del progetto è fornire a due giovani artisti di Teramo la possibilità di confrontarsi con la scena artistica londinese, tra le più aperte ai fermenti dell’attualità, consentendo a due colleghi residenti a Londra di trascorrere un periodo a Teramo, a contatto con la storia, il paesaggio e la cultura di una delle più belle regioni italiane. L’invito era rivolto ad artisti visivi e musicisti under 35 e i curatori di Artakt hanno puntato su quattro donne, due abruzzesi e due formatesi al Central Saint Martins College: Rossella Rubini, Tamarin Norwood, Dagmar Schurrer, Maria Crispal. Al termine dei periodi di soggiorno, impostati anche in termini di dialogo e di collaborazione, vedrà la luce un corpus di opere, presentato in due eventi conclusivi.
Partner del progetto – tra i vincitori del bando “Giovani Protagonisti”, promosso dalla Regione Abruzzo – c’è anche il Maxxi, che il 17 marzo ospiterà un workshop con le artiste, coordinato dal dipartimento educativo del museo. Dalla settimana prossima, al via anche la prima residenza a Teramo.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.