Fotografia, video, pittura, digitale. Ecco i dodici vincitori del concorso “Young at Art”, promosso dal Museo MACA di Acri: anche per i giovani artisti è Calabria Felix

Non si ferma alle grandi mostre, festival, progetti di arte pubblica, l’indiscutibile “rinascita” calabrese sul fronte del contemporaneo, frutto del felice connubio di amministratori illuminati e della sapiente gestione di contributi europei troppo spesso invece in Italia trascurati. C’è anche chi pensa a sostenere i giovani talenti artistici regionali: come il MACA (Museo Arte Contemporanea […]

Non si ferma alle grandi mostre, festival, progetti di arte pubblica, l’indiscutibile “rinascita” calabrese sul fronte del contemporaneo, frutto del felice connubio di amministratori illuminati e della sapiente gestione di contributi europei troppo spesso invece in Italia trascurati. C’è anche chi pensa a sostenere i giovani talenti artistici regionali: come il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri), che ha appena condotto in porto la seconda edizione del concorso Young at Art.
Sabato 20 aprile, in contemporanea con una personale dedicata al pittore Pino Chimenti, si inaugurerà infatti la mostra che raccoglie le opere di 12 artisti Under 35 nati in Calabria: il numero degli artisti selezionati è raddoppiato rispetto all’edizione 2012 di Young at Art, così come è sensibilmente aumentato il numero totale dei candidati al concorso, arrivando a sfiorare le 100 unità.
Particolarmente ricca è, quest’anno, la sezione dedicata alla fotografia, che annovera gli artisti Domenico Mendicino, Gregorio Paone, Marco Colonna, Salvatore Colloridi e Salvatore Insana. Quest’ultimo è presente, con un’opera, anche nella sezione video, di cui fa parte anche l’artista Giusy Pirrotta. Sono tre, invece, i pittori che prendono parte all’edizione 2013 del progetto Young at Art: Anna Capolupo, Giulio Manglaviti e Maurizio Cariati, distinti fra loro per stile, tecnica e tematiche affrontate. L’artista Mirella Nania testimonia della freschezza dell’approccio digitale applicato al mondo dell’arte, mentre non mancano proposte ibride, come la pittura materica di Giovanni Fava e la scultura fatta di materiali di recupero, naturali e artefatti, di Giuseppe Guerrisi.

youngatart2013.com
www.museomaca.it