Artribune soffia sulle due candeline e vi chiede cosa pensate di lei. Una survey online per dirci cosa pensate di noi. E soprattutto per aiutarci a migliorare

Diciamo la verità, col clima di crisi che gira, in Italia e non solo, la prima notizia è questa: dopo due anni, siamo ancora qua! Già, perché Artribune ebbe la felice ventura di debuttare nel periodo peggiore almeno del secondo dopoguerra: 16 marzo 2011. Ma esaudito l’omaggio alla buona sorte, e un pochino anche alla […]

Diciamo la verità, col clima di crisi che gira, in Italia e non solo, la prima notizia è questa: dopo due anni, siamo ancora qua! Già, perché Artribune ebbe la felice ventura di debuttare nel periodo peggiore almeno del secondo dopoguerra: 16 marzo 2011. Ma esaudito l’omaggio alla buona sorte, e un pochino anche alla coriacea e stoica resistenza di noi che stiamo dietro le quinte, la riflessione si sposta su altri piani: perché la rivista – e tutto quello che compone il network Artribune, sito, newsletter, estensioni social network, progetti speciali – in questo biennio non si è certo limitata alla semplice “esistenza in vita”.
Anzi, ha fatto registrare trend di crescita nei vari indicatori che hanno dell’incredibile, soprattutto perché relativi al periodo di depressione cui accennavamo: trend che sottolineavamo già celebrando il primo anno, e che oggi si sono ulteriormente rafforzati. A cominciare dai visitatori del nostro website, che hanno messo in fila qualcosa come 9 milioni di pagine viste. Per cercare cosa? Beh, le notizie pubblicate nelle varie sezioni di Artribune, in due anni, sono ben più di 10mila (fate due conti, siamo sulle 15 al giorno!), animate da circa 35mila commenti. Trend confermati nelle pagine della testata sui principali social network: oltre 25mila “fans” su Facebook, oltre 7mila follower su Twitter, più di 10mila le app per smartphone scaricate.
Soddisfatti, quindi? Mai, anzi decisi a ripartire da qui per migliorare e crescere ancora. E per farlo chiediamo anzi l’aiuto dei veri protagonisti di Artribune, voi lettori: chiedendovi di compilare il questionario che trovate sotto, indicandoci in tal modo quel che a vostro modo di vedere funziona, ma anche quel che merita sviluppi e miglioramenti. Vi bastano 5 minuti, sotto con i click!

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Marianne Wild Arte Contemporanea UnicA

    Non ho al momento nessun suggerimento che mi venga in mente, è un piacere lavorare con voi.
    Ah si! Ogni tanto un intervista con le gallerie nuove.

  • Giovanni Chinnici

    La rivista è eccellente, un appuntamento quotidiano con l’arte di cui non si può fare a meno. Complimenti a tutto il gruppo di lavoro !

  • TheStylist

    Un suggerimento utile per molti utenti: sarebbe molto comodo far decidere all’utente se ricevere la newsletter in formato testo o HTML.

  • Suggerimenti possono essere: meno info per ogni newsletter; meno newsletter alla settimana o si rischia di non leggerle più; apertura verso eventi o info rivolti maggiormente ad eventi più “poveri”; commenti senza censura e possibilità di poter commentare in ogni ovunque.
    Fare da trait d’union fra le fondazioni e quel pubblico di vostri lettori che è interessato a lavorarci dentro come ad esempio: web developer o altro attraverso un percorso che può iniziare dal volontariato online per quelle fondazioni stesse.

  • continuare a crescere senza darsi arie, bravi !

  • Già inviato, ma, ovviamene, non pubblicato, perché non gradito.

    cose che succedono…..

  • You made some really good points there. I checked on the web
    for additional information about the issue and found most individuals will go along
    with your views on this site.