Art Digest: la catena di Sant’Antonio per Gauguin. Non disturbate Breznev e Honecker che si baciano. Pacific Standard Time, bis latinoamericano nel 2017

Paghi solo 2 milioni di dollari, e partecipi all’acquisto di un Gauguin che ne vale 58, di milioni. Ma era solo una truffa, basata sul Ponzi Scheme: messa in piedi da un ex stella del Football, Russell Allen Erxleben… (chicagotribune.com) Nessuno tocchi il murale con il bacio di Breznev e Honecker. Lavori in corso per […]

Paghi solo 2 milioni di dollari, e partecipi all’acquisto di un Gauguin che ne vale 58, di milioni. Ma era solo una truffa, basata sul Ponzi Scheme: messa in piedi da un ex stella del Football, Russell Allen Erxleben… (chicagotribune.com)

Nessuno tocchi il murale con il bacio di Breznev e Honecker. Lavori in corso per appartamenti di lusso mettono a rischio il più lungo tratto ancora in piedi del Muro di Berlino, con tanto di graffiti ormai storici: ma la protesta monta… (guardian.co.uk)

Il format funziona, lo ripetiamo. A Los Angeles già si lavora al bis del progetto Pacific Standard Time, promosso dal Getty con una sessantina di istituzioni culturali. Nel 2017 al centro del focus ci sarà l’America Latina… (latimes.com)

Ma l’uomo bianco in quel dipinto sta aiutando o umiliando quello schiavo? Un murale ottocentesco dello State Education Building di New York risveglia tensioni razziali sopite da tempo: e allora da 10 anni resta coperto da un telo… (nytimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.