Art Digest: Chapman, assistenti vessati da Gilbert e George. Berlino, Paradiso accasato nell’Inferno. Karlheinz e Rikrit, Park Avenue Armory wow

“Nessun input creativo, era la nostra penitenza quotidiana”. I grandi artisti annichiliscono i propri assistenti? Ecco il racconto di Jake e Dinos Chapman, per anni a studio con Gilbert e George… (guardian.co.uk) Dal 2001 è sindaco di Berlino, ed ha visto la sua città diventare una delle più cool mecche artistiche mondiali. Ma anche degradare […]

Oktophonie, al Park Avenue Armory (foto Stephanie Berger-Park Avenue Armory)

Nessun input creativo, era la nostra penitenza quotidiana”. I grandi artisti annichiliscono i propri assistenti? Ecco il racconto di Jake e Dinos Chapman, per anni a studio con Gilbert e George… (guardian.co.uk)

Dal 2001 è sindaco di Berlino, ed ha visto la sua città diventare una delle più cool mecche artistiche mondiali. Ma anche degradare a livello architettonico e urbanistico: parola di Klaus Wowereit… (spiegel.de)

Musiche di Karlheinz Stockhausen, scene di Rikrit Tiravanija: al Park Avenue Armory di New York debutta Oktophonie, uno di quei momenti magici da non lasciarsi sfuggire… (nytimes.com)

Grandi manovre museali, anche negli States. Pubblico da accontentare o bilanci da far quadrare? Comunque sia, da luglio il Metropolitan Museum di New York resterà aperto sette giorni alla settimana… (nypost.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.