Valorizzare il Chiantishire con sedute ad arte. È la mission del Premio Spazio diVino, concorso internazionale di progettazione bandito da Gambero Rosso e Consorzio Vino Chianti

Come promuovere attività e produzione vitivinicola nel proprio territorio e all’estero? Innanzitutto, individuando dei punti strategici all’interno di un percorso dedicato al vino, che si dovrà successivamente attrezzare con complementi d’arredo ad hoc con l’aiuto di architetti, designer e artisti. È l’idea alla base della seconda edizione del Premio Spazio diVino, bandito dal Consorzio Vino […]

Come promuovere attività e produzione vitivinicola nel proprio territorio e all’estero? Innanzitutto, individuando dei punti strategici all’interno di un percorso dedicato al vino, che si dovrà successivamente attrezzare con complementi d’arredo ad hoc con l’aiuto di architetti, designer e artisti. È l’idea alla base della seconda edizione del Premio Spazio diVino, bandito dal Consorzio Vino Chianti con il Gambero Rosso e organizzato dall’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia nell’ambito del progetto Cattedrali del vino. L’incontro tra due Culture, con l’intento di valorizzazione il territorio di produzione del Chianti e delle cantine aderenti al Consorzio.
La competizione si articolerà, dunque, su tre temi: Elementi di sosta/belvedere, aperto alla partecipazione di architetti ed ingegneri in collaborazione con un artista per l’ideazione di un’area attrezzata, completa di copertura e sedute, integrata da un’opera artistica;  Chianti store,  aperto alla partecipazione di architetti ed ingegneri, come progetto di interior design per locali che identifichino il Consorzio Vino Chianti in Italia e all’estero; Componenti d’arredo,  aperto a giovani architetti (under 35) e designer, per l’ideazione di punti di degustazione all’interno delle 2500 cantine consorziate. Il concorso internazionale, aperto ai progettisti, ai giovani interior designer con lauree triennali e diplomati di scuole di design riconosciute, si concluderà con una graduatoria di merito per ciascuno dei temi in cui è articolato e con l’attribuzione di un premio ai progettisti primi classificati.
Il premio per i primi classificati dei diversi temi consisterà in bottiglie di vino dei produttori che fanno parte del Consorzio Vino Chianti. Saranno attribuite inoltre speciali menzioni ai progetti ritenuti più significativi dalla Commissione giudicatrice. Il Consorzio Vino Chianti intende acquisire, con successiva trattativa con gli autori, le idee progettuali partecipanti al concorso, per una utilizzazione a favore dei propri iscritti. La scadenza della consegna del materiale per la partecipazione è fissata al 15 aprile.

– Claudia Giraud

Scarica il bando

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).