Madrid Updates: di notte la fiera si sposta per le strade e diventa AfterArco. Da Ali Kazma a Marina Abramović, ricco il programma off della fiera

Quando le porte di Arco si chiudono, la fiera invade lo spazio urbano con concerti, installazioni, eventi teatrali e mostre collaterali. Ma quest’anno il programma AfterArco è particolarmente intenso: un intero mese di attività collaterali, che si concluderanno il 28 febbraio. Il merito sta dopotutto nella manovra di affidare l’off fiera ad un unico grande […]

Quando le porte di Arco si chiudono, la fiera invade lo spazio urbano con concerti, installazioni, eventi teatrali e mostre collaterali. Ma quest’anno il programma AfterArco è particolarmente intenso: un intero mese di attività collaterali, che si concluderanno il 28 febbraio. Il merito sta dopotutto nella manovra di affidare l’off fiera ad un unico grande sponsor come Heineken, che si porta via il patrocinio di oltre una ventina di eventi in programma in giro per Madrid.
AfterArco è iniziato con un’importante proiezione simultanea – nel Cine Verdi di Madrid e Barcellona – del film di Marina Abramović The Artist is Present. L’omaggio alla pioniera della performance ha aperto un più amplio ciclo di eventi cinematografici: la rassegna Nuevo Cine Turco che la Filmoteca Española dedica per tutto il mese di febbraio al cinema turco contemporaneo, e le proiezioni di giovani registi turchi alla Cineteca de Madrid. Sempre in linea con il Focus Turchia di quest’anno, La Casa Encendida ospita la proiezione di un complesso lavoro del videoartista Ali Kazma, Premio Nam June Paik 2010, e rappresentante della Turchia alla prossima Biennale di Venezia.

Il programma off non dimentica il net più puro, e con il #programalaplaza, la facciata del MediaLab del Prado si trasforma in una mostra di progetti interattivi selezionati dal collettivo di artisti Uncoded composto da Sergio Galán e Victor Díaz. Tantissimi altri gli eventi in programma, dal polifunzionale spazio del Matadero, come abbiamo visto, fino all’Istituto Italiano di Cultura e al Teatro del Canal. Nulla da fare per la tanto attesa installazione di Jenny Holzer prevista al Faro de Moncloa, una produzione della Galería Javier López, putroppo cancellata senza nuova data.

– Enrichetta Cardinale Ciccotti