In America Latina, con la Fundación Telefónica. Dalla Spagna un nuovo concorso per documentari a sfondo sociale sul lavoro minorile: in premio denaro, diffusione televisiva e cinque settimane di residenza

Il certame si presenta come un punto d’incontro tra cultura digitale e paesi in via di sviluppo. Ad essere premiate saranno idee che sappiano descrivere il dramma del lavoro minorile, ma anche progetti che possano migliorare di forma diretta le condizioni di vita degli abitanti di una regione e favorire il suo progresso sociale. Parliamo […]

A destra, Isaki Lacuesta

Il certame si presenta come un punto d’incontro tra cultura digitale e paesi in via di sviluppo. Ad essere premiate saranno idee che sappiano descrivere il dramma del lavoro minorile, ma anche progetti che possano migliorare di forma diretta le condizioni di vita degli abitanti di una regione e favorire il suo progresso sociale. Parliamo di Documenta, nuova iniziativa internazionale di Fundación Telefónica, l’ente benefico dell’omonimo gruppo di telecomunicazioni spagnolo.
Per candidarsi si dovrà presentare – attraverso l’apposita piattaforma online della Fundación Telefónica Documenta – il progetto di un documentario della durata di 10 minuti, oltre ad un cortometraggio – non per forza inedito – diretto dalla persona o dal gruppo candidato. La giuria presieduta dal regista spagnolo Isaki Lacuesta – Cravan vs. Cravan (2002), La leyenda del tiempo (2006), Los condenados (2009) – selezionerà dieci tra i migliori progetti presentati, mentre l’ultima parola sui tre vincitori spetterà alle votazioni online del pubblico.
I progetti dei documentari vincitori si aggiudicheranno i costi di realizzazione per un’opera da realizzare in America Latina: gli autori partiranno nel mese di aprile per una residenza di cinque settimane, con un budget massimo di 6mila euro, oltre a ricevere un premio di 3milaeuro e la garanzia della diffusione dei documentari su TVETelevisión Española. C’è tempo fino al 21 marzo per partecipare.

– Enrichetta Cardinale Ciccotti

documenta.fundaciontelefonica.com

CONDIVIDI
Enrichetta Cardinale Ciccotti
Enrichetta Cardinale Ciccotti (Napoli 1986, vive a Barcellona). Storica dell’arte, generazione erasmus. Per evitare la tanta agoniata sindrome post-erasmus ha fatto una serie di giri, ma dall'estero non è più tornata. Dopo le ricerche per tesi a Monaco di Baviera si è trasferita a Barcellona per studiare exhibition design. In Spagna ha collaborato per la galleria masART, la fiera d’arte contemporanea SWAB e l’Istituto di Cultura Italiana. Si occupa di stampa internazionale, contenuti web e social media per eventi culturali e portali. Collabora per il Sónar Advanced Music and New Media Art Festival. Scrive per Artribune dal 2012.