Dal Maxxi a Parigi. All’Istituto Italiano di Cultura francese arrivano disegni e progetti dello studio architettonico romano stARTT: qui in anteprima qualche immagine

La notorietà, anche presso il pubblico più allargato, l’hanno raggiunta vincendo il concorso per lo YAP Maxxi nel 2011, con l’installazione WHATAMI. Ma lo studio architettonico stARTT, fondato a Roma nel 2008 da Simone Capra e Claudio Castaldo, poi affiancati da Francesco Colangeli nel 2011 e Dario Scaravelli nel 2013, ha già un’interessante storia da […]

La notorietà, anche presso il pubblico più allargato, l’hanno raggiunta vincendo il concorso per lo YAP Maxxi nel 2011, con l’installazione WHATAMI. Ma lo studio architettonico stARTT, fondato a Roma nel 2008 da Simone Capra e Claudio Castaldo, poi affiancati da Francesco Colangeli nel 2011 e Dario Scaravelli nel 2013, ha già un’interessante storia da raccontare. Ed a farlo è ora l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, che conferma di non avere a cuore la valorizzazione della giovane arte nazionale – ultimo progetto, la personale di Tomaso de Luca durante l’ultima Fiac -, ma anche l’architettura. Ed ecco infatti la mostra, curata da Pippo Ciorra, che presenta – fra il 27 febbraio ed il 26 aprile – disegni, fotografie e modelli di stARTT, illustrandone il lavoro nel settore architettonico, le tecniche, la progettazione del paesaggio. Noi vi anticipiamo qualche immagine nella gallery…