Art Digest: Musée d’Orsay, biglietto e deodorante. 400 donne per il post-Sehgal alla Tate Modern. Jamon spagnolo per Ai Weiwei

“Saranno anche poveri, però puzzano: fuori dal museo”. In Francia è polemica dopo che il Musée d’Orsay ha cacciato una famiglia di indigenti in visita con i volontari della carità, a causa delle proteste degli altri visitatori… (lemonde.fr) Gagosian apre una nuova galleria via l’altra? Mica possiamo stare a guardare: e allora anche David Zwirner […]

Suzanne Lacy

Saranno anche poveri, però puzzano: fuori dal museo”. In Francia è polemica dopo che il Musée d’Orsay ha cacciato una famiglia di indigenti in visita con i volontari della carità, a causa delle proteste degli altri visitatori… (lemonde.fr)

Gagosian apre una nuova galleria via l’altra? Mica possiamo stare a guardare: e allora anche David Zwirner debutta il 15 febbraio con un nuovo spazio newyorkese a Chelsea, cinque piani inaugurati da Dan Flavin e Donald Judd… (forbes.com)

Non c’è solo Tino Sehgal a far chiacchierare i visitatori della Tate Modern. Il nuovo progetto dei Tanks è la performance Silver Action, nella quale Suzanne Lacy coinvolge 400 donne, tutte over 60, e con un passato da attiviste politiche… (guardian.co.uk)

Le cose che preferisco della Spagna? L’arte e il prosciutto”. Chiacchierata con Ai Weiwei, che presenta al CAAC di Siviglia la sua prima grande mostra in terra iberica… (abc.es)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.