Roma alla ricerca di Boetti. Maxxi strapieno per l’omaggio all’artista ed ai suoi rapporti con la Città Eterna: per sapere chiccera ci sono foto e video

Tutti in fila sotto la nuova targa, che fa bella mostra di sé sul muro all’ingresso del Maxxi: Piazza Alighiero Boetti. È iniziata così, la giornata dedicata dal museo romano al grande “Alì Ghiero”: con l’intitolazione a lui della piazza antistante, seguita dalla presentazione del secondo volume del catalogo generale. Poi la mostra, curata da […]

Matteo Boetti & family

Tutti in fila sotto la nuova targa, che fa bella mostra di sé sul muro all’ingresso del Maxxi: Piazza Alighiero Boetti. È iniziata così, la giornata dedicata dal museo romano al grande “Alì Ghiero”: con l’intitolazione a lui della piazza antistante, seguita dalla presentazione del secondo volume del catalogo generale.

Poi la mostra, curata da Luigia Lonardelli: Alighiero Boetti a Roma, con una trentina opere, molte inedite o raramente esposte, che raccontano “il rapporto tra un artista insofferente alle definizioni e una città che diventa per lui trampolino per l’ignoto e ispirazione per nuovi percorsi creativi”. Ed il Maxxi si riempie, amici, collezionisti, critici, galleristi, altri artisti, tutti ansiosi di tributare l’omaggio al “beduino in transito”. Chiccera? Vedete voi, fra video e fotogallery…

Massimo Mattioli

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.