Pitti Uomo 2.0. Alla Fortezza da Basso Heritage chiama come testimonial direttamente i fashion blogger, che comunicano live: ecco tante immagini…

Fortezza da Basso, Stazione Leopolda, Palazzo Vecchio, Alcatraz, Villa Favard, Limonaia di Villa Vittoria. Firenze entra nel clima di Pitti Uomo 83, la piattaforma più importante a livello internazionale per le collezioni di abbigliamento e accessori uomo e per il lancio dei nuovi progetti sulla moda maschile. E la città inizia a pullulare di eventi, […]

Fortezza da Basso, Stazione Leopolda, Palazzo Vecchio, Alcatraz, Villa Favard, Limonaia di Villa Vittoria. Firenze entra nel clima di Pitti Uomo 83, la piattaforma più importante a livello internazionale per le collezioni di abbigliamento e accessori uomo e per il lancio dei nuovi progetti sulla moda maschile. E la città inizia a pullulare di eventi, presentazioni, anteprime, con le griffe in gara a proporre la scenografia più spettacolare, e ad ospitare la starlette di turno, più o meno scintillante.
Artribune fa quel che può, come sempre, per cercare di documentare le cose dove sono e quando avvengono: ed oggi, prima giornata, siamo andati alla Fortezza da Basso, dove Heritage – brand di maglieria uomo prodotto dal bolognese Bruno Zambelli – sperimentava un modo nuovo di comunicare, invitando come testimonial d’eccezione un gruppo di blogger, selezionati tra i più cool del settore, che interpretavano “i capi in modo creativo, lanciando istantaneamente la condivisione in rete con le proprie immagini”. Poi siamo passati a vedere che aria tirava al consueto appuntamento con il party da Luisaviaroma: di tutto, vi forniamo ampia testimonianza nella gallery…

www.pittimmagine.com