Lo Strillone: su Corriere della Sera la curiosa scelta del Mibac, che non è parte civile nel processo Girolamini. E poi Libeskind a Roma, chiude il museo palermitano dedicato a Garibaldi, apre la Biblioteca Hertziana…

È tra le cose da bocciare nella rubrica In & Out de Il Fatto Quotidiano, e finisce pure su Corriere della Sera: il Ministero dei Beni Culturali non compare come parte civile nel processo a carico dell’ex direttore della Biblioteca dei Girolamini, accusato di averne massacrato la collezione. Ai libri guarda pure Avvenire, che si […]

Quotidiani
Quotidiani

È tra le cose da bocciare nella rubrica In & Out de Il Fatto Quotidiano, e finisce pure su Corriere della Sera: il Ministero dei Beni Culturali non compare come parte civile nel processo a carico dell’ex direttore della Biblioteca dei Girolamini, accusato di averne massacrato la collezione. Ai libri guarda pure Avvenire, che si chiede come rilanciare un mercato ormai boccheggiante; interrogativi analoghi su Il Giornale. Le risposte? Arrivano dal web.

Richiamo in prima su il manifesto e ricco approfondimento per l’incontro romano con Daniel Libeskind; tuoni e fulmini su Milano: all’Ambrosiana e su Quotidiano Nazionale la mostra dedicata al Leonardo metereologo.

Passata la festa, gabbato lo santo: e se le celebrazioni sono quelle del 150esimo dell’Unità d’Italia a restare con un palmo di naso è il povero Garibaldi. Inchiesta palermitana per La Stampa: inaugurato nel 2010 il museo che celebrava, in città, l’impresa dei Mille, chiude per assenza di fondi. Ci si augura vada meglio, a Roma, alla Biblioteca Hertziana: fotonews su Il Sole 24Ore per l’inaugurazione, ieri, dell’avveniristico tempio del sapere disegnato da Juan Navarro Baldeweg.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.