Circumnavigando Firenze, macchina fotografica alla mano. Per Villa Romana Daniel Maier-Reimer riscopre e documenta i veri confini della città: e li mostra a tutti in piazza…

Nel mese di novembre ha camminato per cinque giorni lungo il confine della città di Firenze, così come segnato sulle mappe. E poi ha prodotto un’immagine frutto del suo viaggio solitario e meditativo, del rapporto tra centro e periferia e della sua relazione con i confini politici e naturali toscani. Chi? L’artista tedesco Daniel Maier-Reimer, […]

Un'opera di Daniel Maier-Reimer

Nel mese di novembre ha camminato per cinque giorni lungo il confine della città di Firenze, così come segnato sulle mappe. E poi ha prodotto un’immagine frutto del suo viaggio solitario e meditativo, del rapporto tra centro e periferia e della sua relazione con i confini politici e naturali toscani. Chi? L’artista tedesco Daniel Maier-Reimer, la cui opera viene ora svelata e affissa pubblicamente – dall’8 al 12 gennaio – in Piazza degli Ottaviani, a due passi da Santa Maria Novella.
Il progetto – titolo Un viaggio lungo il confine della città di Firenze – si inserisce nel programma di Residenze d’artista realizzato da Villa Romana a Firenze, e al quale il fotografo prenderà parte a partire dal prossimo mese. L’esperienza fiorentina dei quattro artisti  ospiti a Villa Romana da febbraio a novembre 2013 avrà inizio con l’inaugurazione della mostra collettiva del 15 Febbraio presso il centro sito in via Senese. L’istallazione di Maier-Reimer è curata dal Master IED Firenze in Arts Management, in collaborazione con Villa Romana e con il patrocinio del Comune di Firenze.

Martedì 8 gennaio 2013 – ore 12.00
Piazza degli Ottaviani – Firenze
www.villaromana.org

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.