Arte e scienza di nuovo in piazza, a Bologna. La Fondazione Marino Golinelli torna a coinvolgere adulti, bambini, professionisti e profani. E a Palazzo Re Enzo una mostra sulle energie della mente

  È ormai un appuntamento di rito degli inverni bolognesi, nei weekend caldi di Arte Fiera. Torna anche quest’anno Arte e Scienza in Piazza,  la manifestazione promossa dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna, per avvicinare il grande pubblico ai temi della cultura scientifica. Tre settimane per oltre 100 eventi, tra […]

Uno dei laboratori didattici di Arte e Scienza in Piazza

 

È ormai un appuntamento di rito degli inverni bolognesi, nei weekend caldi di Arte Fiera. Torna anche quest’anno Arte e Scienza in Piazza,  la manifestazione promossa dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna, per avvicinare il grande pubblico ai temi della cultura scientifica. Tre settimane per oltre 100 eventi, tra mostre, spettacoli, incontri, proiezioni, laboratori creativi, sempre seguendo il fil rouge del dialogo tra arte e scienza. Palcoscenico del festival sarà, come di consueto, il centro storico di Bologna, trasformato in un grande  Art + Science Center, dislocato in più spazi: da Palazzo Re Enzo alla Biblioteca Sala Borsa, dal Voltone del Podestà a Piazza Nettuno. E anche stavolta il cuore pulsante del progetto sarà una mostra, affidata alle cure di Giovanni Carrada e Cristiana Perrella, che attraverso opere di artisti contemporanei costruirà un percorso di conoscenza e approfondimento su un argomento di taglio scientifico: “Benzine. Le energie della tua mente”. A produrla è la Fondazione Golinelli, in partnership con La Triennale di Milano, ripetendo l’esperimento della doppia location: prima Palazzo Re Enzo, dal 19 gennaio al 10 febbraio, subito dopo La Triennale, fino al 24 marzo. Sette ambienti espositivi, uno per ogni forma di “energia” mentale (l’arte, le idee, la creatività, gli altri, il nuovo, il saper imparare, la passione), accoglieranno le intuizioni di alcuni noti artisti internazionali, affiancati da exhibit didattici – con un allestimento firmato da Iosa Ghini Associati -su temi di attualità, economia, scienze sociali, neurologia.
L’intuizione di Marino Golinelli, straordinario collezionista e imprenditore del settore farmaceutico, continua a conquistare il pubblico di settore, ma soprattutto quello allargato: la volontà, da sempre, è quella di unire la fruizione dell’arte e quella della scienza, con un approccio multidisciplinare e divulgativo, che mantenga standard di alta qualità, senza cadere nella trappola di linguaggi elitari e di circuiti troppo chiusi. Una bella sfida, tra produzione e promozione, che fa della Fondazione Marino Golinelli un caso unico nel panorama culturale italiano, per taglio, mission e vocazione.

Helga Marsala

Arte e Scienza in Piazza
Bologna, 19 gennaio – 10 febbraio 2013
Milano, 19 febbraio – 24 marzo 2013
www.artescienzainpiazza.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.