A tutte le auto, a tutte le auto. Ultimissima settimana per votare Artribune Jobs al Premio Che Fare. Votare è semplice e può far concretizzare un grande progetto

C’è tempo ancora qualche giorno per votare a favore di Artribune Jobs al Premio Che Fare. Come sapete il team che ha inventato la testata Artribune nel 2011 sta provando a lanciare un’altra piattaforma rivoluzionaria. Con Artribune Jobs si creerà un’area di condivisione internazionale delle opportunità, delle chance professionali, della domanda e dell’offerta di lavoro. […]

C’è tempo ancora qualche giorno per votare a favore di Artribune Jobs al Premio Che Fare. Come sapete il team che ha inventato la testata Artribune nel 2011 sta provando a lanciare un’altra piattaforma rivoluzionaria. Con Artribune Jobs si creerà un’area di condivisione internazionale delle opportunità, delle chance professionali, della domanda e dell’offerta di lavoro. Particolarmente utile nel mondo dell’arte, della fotografia, dell’architettura, del design, della moda, del food. Della creatività in generale. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come si può esprimere il proprio voto.

COSA È IL PREMIO CHE FARE
Un riconoscimento inventato dal gruppo della rivista Doppiozero che premia con 100mila euro un solo progetto culturale. Sono arrivati oltre 500 progetti, gli organizzatori ne hanno selezionati 32, questi 32 stanno concorrendo con il voto popolare e solo i primi 5 verranno giudicati in finale da una giuria che ne sceglierà uno. Ecco perché è fondamentale il vostro voto per consentire ad Artribune Jobs di arrivare nel quintetto di testa.

COSA È ARTRIBUNE
Nata nel 2011 Artribune in un anno e mezzo è divenuta la realtà più seguita e dibattuta nell’ambito dell’informazione sull’arte in Italia con grandi riconoscimenti anche a livello internazionale. Arte intesa naturalmente in senso lato: design, architettura, fotografia, musica, moda, paesaggio, turismo, politica, food e molto altro. Divulgato ogni giorno tramite un sito, una newseletter, degli attivissimi social network e ogni due mesi con una peculiare rivista freepress.

COSA È ARTRIBUNE JOBS
Si tratta del progetto che il gruppo di Artribune ha presentato per il Premio Che Fare. Artribune Jobs sarà una piattaforma di offerta e domanda di lavoro nel mondo dell’arte, della moda, del cibo, della fotografia, dell’architettura, del design, dei musei e della creatività in generale. Chiunque potrà inserire il proprio curriculum e potrà, al contempo, consultare la lista delle offerte attive, delle ricerche di personale e di collaborazioni, dei bandi e dei concorsi attivi al momento. Ciascuno potrà abbonarsi gratuitamente e ricevere nella propria casella e-mail delle newsletter di aggiornamento e degli alert (un esempio: “avvertimi ogni volta che esce qualche annuncio che ha a che fare col mondo delle gallerie d’arte; o della fotografia; o avvertimi ogni volta che c’è un annuncio su Londra, o su New York” e così via). Artribune Jobs sarà un servizio utile a tutti, una infrastruttura nuova per il sistema creativo italiano e internazionale.

COME SI VOTA PER ARTRIBUNE JOBS
È molto semplice. Basta cliccare sul link qui sotto e poi premere sul tasto ‘vota’. A quel punto il sistema propone la registrazione. In questo caso la cosa più veloce è, se lo avete, utilizzare il vostro profilo di Facebook e entrare con quelle credenziali cliccando sul bottone apposito. Altrimenti potete rapidamente registrarvi, vi arriverà in casella una e-mail di conferma con un link per validare la registrazione. Una volta votato però vi chiediamo un piccolo sforzo ulteriore: condividere con i vostri amici, contatti, parenti l’iniziativa e chiedere anche a loro di votare. Questa corsa si vince solo se si riesce a rendere il progetto qualcosa di condiviso e ‘sposato’ da ampie reti di operatori del settore della creatività a livello internazionale. Chiediamo l’aiuto di tutti perché Artribune Jobs potrà essere qualcosa di utilissimi per tutti.

VOTARE QUI: www.che-fare.com/progetto/artribune-jobs

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Puarò

    Voto e faccio votare subito, in effetti ho rimandato sino ad oggi

  • Ecco fatto!

    Bravi! Fosse così semplice anche per votare (cacciare) i politici…..

    Come posso esservi utile ancora?

    Eugenio