Una svedese in Puglia. Tutto pronto al Museo Pascali per la mostra dei vincitori Nathalie Djurberg ed Hans Berg: su Artribune le immagini in anteprima

L’inaugurazione è domani, 7 dicembre: però l’attesa è forte, per vedere la prima mostra in una spazio pubblico dopo 4 anni – Fondazione Prada, 2008 – dell’artista Leone d’Argento alla Biennale di Venezia del 2009. È lei, Nathalie Djurberg, che insieme al musicista e compositore Hans Berg ha vinto il Premio Pino Pascali 2012: ed […]

L’inaugurazione è domani, 7 dicembre: però l’attesa è forte, per vedere la prima mostra in una spazio pubblico dopo 4 anni – Fondazione Prada, 2008 – dell’artista Leone d’Argento alla Biennale di Venezia del 2009. È lei, Nathalie Djurberg, che insieme al musicista e compositore Hans Berg ha vinto il Premio Pino Pascali 2012: ed a lei è dedicata la mostra presso i nuovi spazi del Museo Pino Pascali a Polignano a Mare.
Attesa forte, dicevamo: e quindi non ce l’abbiamo fatta ad aspettare: e ci siamo intrufolati per regalarvi le primissime immagini degli allestimenti. Per una mostra che che ripercorre la produzione di Nathalie Djurberg, documentando le celebri clay animation, “film realizzati in stop motion che raccontano narrazioni visionarie con protagoniste alcune marionette forgiate in argilla e plastiline”. E poi anche videoinstallazioni, ricostruzioni ambientali che ospitano lo spettatore al centro del processo narrativo, e alcune sculture in plastilina e tecnica mista che l’artista destina al filmmaking. Andateci, se potete: ma intanto un’idea ve la potete fare con la fotogallery…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • Albertina

    Sempre super-mega-puntuali Artribune!! Grandi!!

  • Giuseppe

    Prima o poi, al museo Pascali ci devo andare la prossima volta che vado giù.