Un pezzetto di Cortona, a Roma. Capolavori dell’arte sacra per l’Anno della Fede, alla Galleria Borghese (e nella gallery di Artribune) arriva l’Annunciazione di Beato Angelico

Ormai ci abbiamo preso gusto: approfittare di ogni occasione buona – restauri, giornate di studio, esposizioni particolari – per andare a conoscere da vicino un capolavoro dell’antichità. Stavolta lo spunto vede in campo un grande museo come la romana Galleria Borghese, ed un appuntamento religioso come l’Anno della Fede, iniziato lo scorso 11 ottobre nel […]

Ormai ci abbiamo preso gusto: approfittare di ogni occasione buona – restauri, giornate di studio, esposizioni particolari – per andare a conoscere da vicino un capolavoro dell’antichità. Stavolta lo spunto vede in campo un grande museo come la romana Galleria Borghese, ed un appuntamento religioso come l’Anno della Fede, iniziato lo scorso 11 ottobre nel 50° anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II.
Nell’occasione la Galleria promuove il progetto Arte della Fede, con cinque esposizioni consecutive di capolavori assoluti di arte sacra, che nel Salone d’Ingresso “raccolgono la sfida lanciata al centro delle sue collezioni permanenti dal gruppo berniniano di Apollo e Dafne, del 1622”. Ad aprire il ciclo è l’Annunciazione di Cortona di Beato Angelico, che giunge a Roma da lontano, proprio dal Museo Diocesano del Capitolo di Cortona dove è conservata.
Qualcosa non vi torna nelle immagini della gallery? Probabile, visto che per la sera inaugurale l’anteprima – a cui si riferiscono le foto – si è spostata nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, dove dal 1455 riposa il Beato Angelico…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.