Il 2012 italiano in dodici momenti-simbolo. Personaggi, avvenimenti, addii eccellenti: 12 immagini per fissare quel che resterà dell’anno che si sta chiudendo. Avete qualcosa da aggiungere?

Il primo evento grosso di ogni anno, in Italia, è Artefiera: e anche il 2012 comincia con una rivoluzione legata alla rassegna bolognese: dopo tanti anni di direzione, tramonta l’era di Silvia Evangelisti, alla guida nel 2013 ci sarà il tandem Verzotti-Spadoni. A salvare le “quote rosa” – in ambito fieristico – ci pensa però Sarah Cosulich Canarutto: […]

Paolo Baratta e Massimiliano Gioni

Il primo evento grosso di ogni anno, in Italia, è Artefiera: e anche il 2012 comincia con una rivoluzione legata alla rassegna bolognese: dopo tanti anni di direzione, tramonta l’era di Silvia Evangelisti, alla guida nel 2013 ci sarà il tandem Verzotti-Spadoni. A salvare le “quote rosa” – in ambito fieristico – ci pensa però Sarah Cosulich Canarutto: è lei la nuova direttrice di Artissima.

Ha tenuto banco per settimane, ha diviso opinione pubblica e referenti più o meno istituzionali: ma alla fine tutto si è risolto per il meglio, e c’è da augurarsi che faccia scuola. Sembra un paradosso, ma Diego della Valle ha dovuto sudare sette camicie per riuscire a sponsorizzare – con 25 milioni di euro – il restauro del Colosseo

Paolo Baratta e Massimiliano Gioni

Non necessita nemmeno di troppe parole, la sua presenza negli eventi del 2012: è il più giovane curatore di sempre, è un segno di risveglio di orgoglio nazionale, con un italiano che dopo tante edizioni torna alla guida della più importante mostra al mondo che guarda caso si tiene in Italia. Eppoi – last but not least – è probabilmente la persona più adatta a starci, per qualità e vocazione: insomma, Massimiliano Gioni è il direttore della Biennale Arte di Venezia 2013.

Non ci piace peccare per superbia, ma neanche per falsa modestia. E non crediamo di farlo pensando che nell’anno passato il mondo italiano dell’arte fra i co-protagonisti ha avuto anche Artribune. Del resto a confermare l’ardita auto-citazione ci sono molti dati: 18mila visitatori del nostro sito ogni giorno, 20mila “friends” della nostra pagina  Facebook, 5.500 followers Twitter. Ed una realtà forte come il nuovo canale tv Sky Arte HD che sceglie Artribune come partner nella comunicazione.

La paura, l’allarme e poi l’attenzione dei media, dopo un po’ passano: ma restano il dolore per le persone scomparse, ed i danni gravissimi all’economia e anche al patrimonio storico-artistico. È del 20 maggio 2012 la forte scossa di terremoto che dilania l’Emilia.

Palazzo Reale, Milano

Sempre nell’occhio del ciclone, per le grandi aspettative che genera: ma sempre pronta a stupire, negativamente ma subito dopo positivamente. Tutto succede a Milano: arrivano due grandissimi nomi del panorama globale, Vicente Todolì a guidare l’Hangar Bicocca, Okwui Enwezor alla Città delle Culture all’ex Ansaldo; a Palazzo Reale c’è la mostra più visitata dell’anno, Picasso, all’Hangar Bicocca la più sorprendente, Saraceno. E ancora a Milano prende forma il più strutturato movimento “dal basso”, Macao…

Andrea Di Marco

È quasi un obbligo, ma è ancor prima un piacere, ricordare ancora una volta i personaggi, a volte gli amici, che ci hanno lasciati nell’anno che si sta chiudendo. Iniziamo da qualcuno che non doveva esserci, in questa pagina, perché era troppo giovane, troppo carico di vita e di cose da dire e da fare, come Andrea Di Marco. Ma nel 2012 l’addio è risuonato anche per Enzo Sellerio, Lucio Dalla, Alberto Abate, Tonino Guerra, Alberto Sughi, Carlo Rambaldi, Omar Calabrese, Firouz Galdo, Gae Aulenti, Gino Marotta.

La sua storia è stata spesso travagliata, ma questo non diminuisce – anzi, in qualche caso aumenta – il ruolo che l’ha portata ad essere rassegna di riferimento – dopo la Biennale di Venezia – in Italia. E non ci possono essere crisi economica né stravolgimenti dirigenziali che giustifichino l’annullamento della prevista edizione 2012 della Quadriennale di Roma

Bartolomeo Pietromarchi

Ancora non pervengono indicazioni di sorta su quale sarà il taglio che vorrà dare alle sue scelte: ma almeno le riserve sono state sciolte, con una delle rarissime operazioni che il ministro Ornaghi abbia condotto in porto. Bartolomeo Pietromarchi sarà il curatore del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia del 2013.

Giovanna Melandri

I primi giorni, le prime settimane sono state di fuoco: attacchi politici incrociati, polemiche dal sistema dell’arte, nelle sue diverse ramificazioni, per la scelta e per le prime esternazioni. Ora, dopo l’insediamento di un Cda tutto al femminile con Monique Veaute e Beatrice Trussardi, il nuovo presidente del Maxxi Giovanna Melandri è attesa alla prova della nomina del direttore. “Internazionale”…

Due mesi sono pochi per tirare le somme: eppure il nuovo canale Sky Arte HD sembra avere tutte le carte in regola per introdurre una piccola rivoluzione nell’informazione e approfondimento “artistici” alla tv.

Andrea Viliani

La decisione più attesa è arrivata proprio in extremis, per rientrare nel nostro resoconto 2012: il nuovo direttore del Madre è Andrea Viliani, che si ritroverà a gestire una non facile eredità dal predecessore Eduardo Cicelyn. Ma l’anno che si chiude ha visto diverse novità ai vertici dei musei italiani, da Lorenzo Giusti al MAN a Ilaria Bonacossa a Villa Croce…

– Massimo Mattioli