Evergreen di Natale. Successo a Roma per Lo schiaccianoci e Il Lago dei cigni di Ciaikovskj. Tournée italiana de La Classique di Mosca con i classici del balletto

Lunga fila al botteghino, anche per chi aveva acquistato i biglietti on line, bambini eccitati e una forte curiosità per i due grandi eventi delle festività al Teatro Brancaccio di Roma: “Lo Schiaccianoci” e “Il Lago dei Cigni“, presentati dal Balletto Russo La Classique in versioni filologicamente rispettose degli originali. La Classique di Mosca, in […]

La Classique, Il lago dei cigni

Lunga fila al botteghino, anche per chi aveva acquistato i biglietti on line, bambini eccitati e una forte curiosità per i due grandi eventi delle festività al Teatro Brancaccio di Roma: “Lo Schiaccianoci” e “Il Lago dei Cigni“, presentati dal Balletto Russo La Classique in versioni filologicamente rispettose degli originali.
La Classique di Mosca, in Italia considerato tra le migliori compagnie classiche, da 22 anni compie regolarmente tournèe e per questo motivo vanta un pubblico internazionale affezionato e fedele. Con uno straordinario corpo di ballo, grazie,alle ricerche del coreografo Valery Kovtun, al costumista Elik Melikov e allo scenografo Evgeny Gurenko, il pubblico romano ha assistito a uno spettacolo d’eccezione con l’etoile Nadeja Ivanova.
Come da copione, Clara e Fritz hanno spacchettato i regali meccanici di zio Drosselmayer. Clara ha salvato lo schiaccianoci dall’attacco del Re dei Topi e lui le ha mostrato il Regno delle Favole prima che lei si svegliasse dal sogno. Il pricipe Sigfried ancora una volta è stato ingannato dal perfido mago Rothbart e ha confuso Odile con l’amata Odette. Tuttavia è riuscito a salvare il suo amore dall’oblio del destino e a spezzare il maleficio che la rinchiudeva nel corpo di un cigno…
La compagnia, dalla sua fondazione nel 1990, offre un repertorio di specificità del patrimonio culturale russo, tanto da aver ottenuto il riconoscimento del Dipartimento della Cultura della Città di Mosca – Moskoncert. Tra le sue fila annovera circa cinquanta elementi di elevato talento, provenienti da blasonate strutture come il Bolshoi di Mosca, il Kirov di San PietroBurgo, i Ballets Theatres di Kiev e Odessa.
Tra giocattoli, divertissement folkloristici, leggiadri tutù di chiffon, piume, stretti corsetti e punte la tourneè italiana continuerà fino al 20 gennaio con alcune delle opere più celebri della storia del balletto.

www.ballettodimoscalaclassique.it

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.