Art Digest: la mia arte? È una questione stratosferica. Elmyr de Hory, come Madrid ti musealizza il falsario. In Kodak we trust

Un artista spaziale. In senso letterale: il tedesco Michael Najjar ha completato a Star City, in Russia, la prima fase del programma di formazione per cosmonauti promosso dalla Virgin: e intanto ha raccolto materiale per la sua serie di opere Outer space… (artdaily.org) In vita ha dipinto oltre un migliaio di opere, poi esposte in […]

Richard Branson con Michael Najjar (foto Virgin - Michael Najjar)

Un artista spaziale. In senso letterale: il tedesco Michael Najjar ha completato a Star City, in Russia, la prima fase del programma di formazione per cosmonauti promosso dalla Virgin: e intanto ha raccolto materiale per la sua serie di opere Outer space… (artdaily.org)

In vita ha dipinto oltre un migliaio di opere, poi esposte in tutto il mondo con le firme di Picasso, Modigliani, Degas. Il Círculo de Bellas Artes di Madrid prepara per febbraio una mostra dedicata al falsario Elmyr de Hory… (hoyesarte.com)

Chiamiamolo “revisionismo monumentale”: il presidente filo-occidentale della Georgia Mikheil Saakashvili si avvia a fine mandato, e nel villaggio di Alvani torna al suo posto la statua di Joseph Stalin, da lui rimossa… (foxnews.com)

La storia della fotografia non può fallire: e alla fine la Kodak trova una cordata di imprenditori che acquista i suoi brevetti di digital imaging per circa 525 milioni dollari… (huffingtonpost.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • mah

    joseph???